Marco Amelia

Marco Amelia torna a casa.

Il portiere ex Livorno, ex Parma, ex Genoa,  ex Milan e ex azzurro ha deciso di vivere nel suo mondo: Rocca Priora. Il portierone campione del mondo nel 2006 ha deciso di ritornare a casa, facendo una scelta che per molti sarebbe stato solo una questione economica, non per lui.

Per Marco Amelia il calcio non è solo business, è soprattutto cuore. E quando a prendere certe decisioni sono i campioni, allora si può sperare in un calcio migliore, soprattutto se ci si congeda dal professionismo con queste parole:

“Sono partito tanti anni fa dai campi di provincia e ho fatto una SCELTA precisa: quella di tornare alle mie origini. Il calcio mi ha dato molto, fama, succeso, vittorie, soddisfazioni personali ed economiche. Oggi sono una persona REALIZZATA e FELICE, anche grazie al calcio. Questa mia scelta è maturata col tempo e si è concretizzata nel momento in cui il desiderio di RESTITUIRE qualcosa al calcio è stato più forte rispetto all’opportunità di ricevere ancora qualcosa dal calcio. E’ bene che tutti si ricordino che il grande calcio esiste perchè esiste il calcio di PROVINCIA ed è ora che i protagonisti del grande calcio restituiscano qualcosa a questo movimento fatto da milioni di appassionati partendo dalle origini di questo sport. Dai cortili, dalle strade, dai campi di periferia. Ho rinunciato pochi giorni fà ad un offerta importantissima, credo irrinunciabile per il 99% dei calciatori. Ecco io ho SCELTO di far parte di quell’1% che fa cose diverse. Prima di tutto siamo PERSONE e le persone non devono mai dimenticarsi da dove arrivano, ho scelto di essere GRATO e RICONOSCENTE alla gente, al territorio, al calcio, al MIO calcio quello di casa mia. Perchè ad un offerta economica si può anche rinunciare, alla gratitudine e alla riconoscenza NO. Da oggi la mia Coppa del Mondo, la mia Champions League, il mio scudetto saranno il poter vivere e supportare quotidianamente la PASSIONE di questi ragazzi per lo sport più bello del mondo. Marco Amelia”.

Ti potrebbe interessare

Se le nazionali si facessero con i migliori calciatori di ogni lega…

John Terry e la speciale clausola con la sua nuova squadra…

Marko Arnautovic, il ritardatario preferito di Mourinho

Jack Harrison, un “English Man in New York”…

Real Madrid, periodo di rinnovi contrattuali per i blancos

La vera ragione per cui Ruud Van Nistelrooy lasciò lo United