tennis

Dallo Skyline della grande mela alle strade di Međugorje, e si, c’è una processione, ma stavolta ad essere  venerato è lui.

Il campione croata classe ’88 vincendo gli US Open del 2014 ha raggiunto nuovamente (dopo il febbraio 2010 ndr) il 9° posto in classifica nel ranking, e cerca di seguire le orme  dell’altro croata, quello che, nel luglio del 1994, riuscì ad arrivare 2° in classifica e vinse lo slam quando era un anno più giovane di lui (1996 ndr), un certo Goran Ivanišević, ora suo allenatore.

Marin Čilić negli anni ha vinto in tutto 15 titoli ATP in singolare.

Nel gennaio del 2013 fu anche coinvolto in un caso di doping durante il torneo di Monaco di Baviera, si difese dicendo che la sostanza (la coramina o nikethamide) si trovava in alcune zollette di zucchero che la madre gli aveva comprato a Montecarlo. La difesa fu accettata e si beccò solo nove mesi di squalifica retroattiva, nel frattempo aveva già giocato a Madrid e a Roma, in tutto fu solo qualche mese e la restituzione del montepremi vinto nelle due occasioni con consecutiva perdita dei punti ranking.

Ha vissuto l’apice della carriera nel 2016, anno in cui si è aggiudicato il primo master 1.000 e, dopo aver vinto il primo match contro Kei Nishikori alle Atp finals, ha raggiunto la 6ª posizione nel ranking, 7ª dal 16 gennaio 2017.

I punti più alti della sua carriera coincidono stranamente con il giapponese Kei Nishikori, contro il quale vince a New York gli US Open nel 2014 e a Basilea, agli Swiss Indoors il 30 ottobre 2016.

 

Con il suo allenatore si tratta in pratica di due generazioni a confronto, ma anche no, sono solo due campioni che portano alta la bandiera croata, e lo fanno insieme.

Fonti: ubitennis.com, wikipedia.org, Youtube

Ti potrebbe interessare

Arriva in Italia la VFO, l’organizzatrice del campionato per EA Sports FIFA

Morto Felix Mourinho, padre del tecnico del Manchester

Social Donnarumma, prima litiga su Twitter poi chiede scusa su Instagram

Milan Club Polonia, 300km per contestare Donnarumma

Astrid Ericsson, la modella che gioca a calcio meglio di te!

Birra intitolata al tifoso del Millwall che ha sventato l’attacco terroristico