coppa italia

Ci apprestiamo a vivere una bellissima due giorni di Coppa Italia, manifestazione che diventa interessante solo nelle fasi finali, dato che le grandi entrano in gioco proprio nel periodo clou e con enormi vantaggi quando sfidano le piccole o comunque squadre di minor peso specifico, su tutti il giocare gare uniche in casa…

Tale è il regolamento vigente e per ora con questo dobbiamo confrontarci: di certo una diversa impostazione faciliterebbe lo spettacolo ed anche sorprese come ad esempio ogni tanto accadono in Inghilterra, che ben farebbero al nostro movimento pallonaro.

Veniamo però alla doppia sfida in programma questa settimana. Quattro top club scendono in campo per le gare di andata delle semifinali per dei veri big match, Juventus-Napoli e Lazio-Roma: una partitissima e un derbyssimo!

JUVENTUS-NAPOLI

L’andata si gioca allo ‘Stadium’, il tempio bianconero mai domo in campionato, tra due squadre che vivono un momento differente.

Da una parte la solita Juve, ovvero squadra senza troppi picchi, ma tremendamente efficace: ha vinto in casa del Porto ipotecando il passaggio in Champions, ha vinto con l’Empoli, piazzando due colpi nella ripresa. In ambedue i casi ha faticato pochissimo, dimostrando una solidità di squadra invidiabile.

Dall’altra parte invece il…solito Napoli, ovvero la squadra che dopo gare spettacolo e vittorie brillanti, si riposa e si distrae, perdendo in casa del Real Madrid (e qui ci sta ovviamente, anche se magari qualcosina in più…) e poi cedendo al San Paolo alla lanciatissima Atalanta.

Due sfide differenti intendiamoci, anche nella sostanza avversaria, ma il Napoli è squadra che comunque si smarrisce nei momenti che contano e anche in questa circostanza si è verificato proprio questo.

La squadra di Sarri è attesa ora da una sfida che può dare nuova linfa, un rinnovato slancio alla stagione azzurra, di contro per i bianconeri un’altra tappa con cui esaltare una stagione già di altissimo profilo, ma da superare per provare a mettere insieme quel Triplete che è un po’ la piccola, ma grande ossessione di casa Juve.
Di certo non sarà comunque una gara banale, anche se l’assenza dei sostenitori partenopei è l’ennesima sconfitta di un sistema che non sa darsi regole certe e quelle poche esistenti non sa applicarle a vantaggio di chi lo sport va a vederlo per piacere, non per far casino.

LAZIO-ROMA

Attesa alle stelle per una sfida da sempre ultrasentita. La Lazio, padrona di casa in questo primo atto, ci arriva dopo la faticata vittoria all’Olimpico sull’Udinese decisa dal rigore di Immobile; la Roma invece è carica a pallettoni perchè reduce da una straordinaria ‘corsarata’ in casa dell’Inter e con un Naingollan semplicemente strepitoso e già nelle mire proprio dei cinesi neroazzurri, al pari di Manolas.

Il derby però è sempre una gara a se, non sempre vince chi sembra favorito alla vigilia, ma così fu all’andata quando la Roma, favorita, si impose per 2-0 grazie ai gol di Strootman e, appunto, Nainggolan.

La novità clamorosa è che grazie al ‘potere tv’ la stracittadina del Colosseo torna a giocarsi in notturna dopo ben quattro anni: era l’8 aprile 2013 quando quella sfida (conclusasi 1-1) provocò incidenti e feriti, poi solo due eccezioni alle ore 18, altrimenti sempre alle 15.
Confidando nella ‘calma’ delle due tifoserie e nell’atteggiamento decisivo dei calciatori in campo, ci aspettiamo una sfida tutta muscoli e classe.

Ci piace la Lazio di Simone Inzaghi, anche se in attesa di maturazione come il suo tecnico, ci piace la Roma di Spalletti, spettacolare in alcune sue impostazioni tattiche e fenomenale in alcuni suoi interpreti: sarà un gran derby!

 

Ti potrebbe interessare

Marko Arnautovic, il ritardatario preferito di Mourinho

Jack Harrison, un “English Man in New York”…

Real Madrid, periodo di rinnovi contrattuali per i blancos

La vera ragione per cui Ruud Van Nistelrooy lasciò lo United

Rangers-Celtic: Griffiths solo l’ultima delle provocazioni all’Old Firm

Dybala vs. Mertens: stelle a confronto…