roger federer

Quattro finali e quattro sconfitte a Roma per lo svizzero 

Roger Federer non parteciperà agli Internazionali d’Italia 2017. Lo svizzero, all’indomani del trionfo a Miami, in finale contro Rafael Nadal, aveva annunciato di saltare completamente la stagione sul rosso, eccezion fatta per lo Slam di Parigi. Eppure, la sua partecipazione al Roland Garros è ancora in dubbio. Sicuramente, il campione svizzero non sarà a Roma quest’anno.

Non saranno contente le centinaia di migliaia di persone che ogni anno riempiono il Foro Italico (l’anno scorso furono circa 200.000 gli spettatori paganti) per ammirare le gesta dei migliori tennisti al mondo. Una scelta obbligata quella di Federer, il quale si trova costretto a dover dosare bene le energie in virtù di una carriera che, ormai, è agli sgoccioli. Probabilmente il campione elvetico avrà glissato sulla possibilità di vincere il torneo di Roma.

Il Masters 1000 italiano, infatti, è uno dei due grandi tornei che mancano nella colma bacheca di Roger Federer. L’altro, è Monte Carlo. Sì, l’ex n.1 del mondo non ha mai vinto questi due tornei, nonostante di trofei ne abbia portati a casa ben 91 durante la sua lunga e gloriosa carriera. Ma con gli Internazionali d’Italia, il 35enne di Basilea non ha un grande feeling. Quattro le finali giocate, tutte perse. La più memorabile rimarrà quella del 2006 contro Rafael Nadal, persa al tie-break del quinto per sette punti a cinque. Fu l’unica volta in cui Roger Federer andò davvero vicino al successo, nelle altre tre occasioni, invece, ha perso sempre nettamente.

L’ultima apparizione a Roma risale all’anno scorso (2016). Federer arrivò all’appuntamento fisicamente provato (aveva giocato appena cinque partite negli ultimi quattro mesi) e perse in due set da Dominic Thiem. Il Federer visto quest’anno, è solo un lontano ricordo di quel giocatore che sembrava prossimo al ritiro. Nella realtà dei fatti, la scelta di Federer è del tutto strategica: lo svizzero, infatti, ha saltato anche i Masters di Monte Carlo (giocato la settimana scorsa e vinto da Nadal) e quello di Madrid (ancora in corso). Il 18 volte campione Slam si concentrerà esclusivamente sui grandi appuntamenti: Wimbledon e US Open su tutti, continuando ad inseguire una scalata al vertice del ranking che avrebbe del clamoroso, ma realizzabile considerato il momento poco felice che stanno vivendo Novak Djokovic ed Andy Murray.

I fan di Roger, però, possono comunque sperare. Motivo? Federer ha detto di voler giocare altri due anni: e se nel 2018, anno dell’eventuale ritiro, lo svizzero regalasse l’ultima gioia ai suoi tifosi vincendo i due trofei che mancano? Sognare, non costa nulla…

Ti potrebbe interessare

Jack Harrison, un “English Man in New York”…

Chi è il più grande tennista di tutti i tempi?

Real Madrid, periodo di rinnovi contrattuali per i blancos

Rangers-Celtic: Griffiths solo l’ultima delle provocazioni all’Old Firm

Dybala vs. Mertens: stelle a confronto…

Turno infrasettimanale di Serie A: mercoledì ricco di big match