Spalletti

Pronto a partire il via vai degli allenatori: Spalletti all’Inter, Stramaccioni allo Sparta Praga

Il puzzle degli allenatori, italiani e stranieri, si è ormai rotto definitivamente negli ultimi giorni, a poco “importano” anche gli ultimissimi minuti di campionato. Ora si pensa inevitabilmente già ad altro. Nei prossimi, intesi come giorni, il compito sarà quello di ritrovare i pezzi giusti e rimetterli al posto corretto. Intanto il fuggi fuggi generale è cominciato, specie in Italia. Un pò per tutti, nessuno escluso. O quasi. Perchè se Montella e Sarri sembrano di fatto certi della riconferma, discorso che probabilmente andrà ribadito anche per Allegri, per molti altri il futuro sarà tinto da ben altri colori.

Il primo? Facile, molto facile. Si chiama Luciano Spalletti. Per il tecnico toscanaccio la Roma è diventata quasi ufficialmente il passato, al di là del secondo posto che andrà difeso fino al prossimo week-end, questo perchè il futuro non sarà più giallorosso ma tutto neroazzurro. Sarà, infatti, lui, il volto nuovo della prossima Inter, che dovrà ripartire con l’imperativo di mettersi alle spalle gli ultimi insuccessi. Gli stessi, ma vissuti ovviamente in modo del tutto differente, che anche la Roma vorrà provare a non vivere più, facendolo con Eusebio Di Francesco in panchina. E’ lui l’uomo nuovo, che avrà il duro compito di far scivolare di dosso dal club capitolino l’etichetta di eterna seconda.

Non esattamente un compito semplice, un po come quello che avrà Ernesto Valverde pronto a quanto pare a prendere il posto di Luis Enrique sulla panchina del Barcelona. Ex giocatore proprio dei blaugrana, dalla stagione 1988 al 1990, il quasi ex tecnico dell’Athletic Bilbao firmerà un contratto biennale con opzione per il terzo anno. Biennale sarà anche l’accordo tra Andrea Stramaccioni e lo Sparta Praga, per l’ex Inter pronta quindi una nuova avventura all’estero dopo quella in Grecia. Per il ritorno in Italia non è ancora il momento giusto, non resta che aspettare.

 

Ti potrebbe interessare

Se le nazionali si facessero con i migliori calciatori di ogni lega…

John Terry e la speciale clausola con la sua nuova squadra…

Marko Arnautovic, il ritardatario preferito di Mourinho

Jack Harrison, un “English Man in New York”…

Real Madrid, periodo di rinnovi contrattuali per i blancos

La vera ragione per cui Ruud Van Nistelrooy lasciò lo United