europa league

Fischio d’inizio alle 20:45 a Stoccolma, diretta su SkySport

E’ stata una vigilia di partita certamente atipica quella vissuta nella giornata di ieri dal Manchester United. I Red Devils stasera alle 20,45 sono impegnati a Stoccolma nella finale di Europa League contro gli olandesi dell’Ajax, ma i pensieri vanno anche ai tragici fatti della “Manchester Arena”.

Al centro sportivo di Carrington i giocatori di José Mourinho hanno reso omaggio ieri alle vittime dell’attentato osservando un minuto di silenzio in campo prima della seduta odierna di allenamento.

A parte l’annullamento, in segno di rispetto, della consueta conferenza stampa del tecnico e di un giocatore, il programma di avvicinamento alla sfida di stasera procederà come previsto: “Siamo tutti molto tristi per i tragici eventi della notte scorsa, non possiamo togliere dalle nostre menti e dai nostri cuori le vittime e le loro famiglie”.

È il pensiero dello Special One, riferito allo stato d’animo vissuto in casa dei Red Devils. Oggi però lo United dovrà dare tutto in campo e portare a casa il trofeo, senza farsi condizionare dagli eventi:
Abbiamo un lavoro da fare e siamo in Svezia per farlo. E’ un peccatoha aggiunto il portoghesenon aver potuto volare con la gioia che abbiamo sempre prima di un grande partita. Anche se sono qui da poco, so che la gente di Manchester lotterà unita come una sola persona”.

Stasera comunque si gioca  Ajax-Manchester United, finalissima dell’edizione 2017 di Europa League, la coppa europea di…. Serie B, relegata infatti anche al mercoledì, mentre la Champions League ha ormai da qualche anno la giusta collocazione nel sabato sera. Si gioca in Svezia, alla Friends Arena di Stoccolma, calcio d’inizio alle 20.45, la direzione di gara è affidata allo sloveno Damir Skomina. Patrik Andersson, ex difensore di Bayern Monaco, Barcellona nonchè della nazionale svedese, è l’ambasciatore della finale.

La competizione, nata dalla ceneri della Coppa Uefa, ha sorriso ai Red Devils ed ai Lancieri, raggiungendo così l’ultimo atto, dopo aver superato in semifinale rispettivamente il Celta Vigo ed il Lione. Una finale scontata a metà, nel senso che Mourinho e i suoi Red Devils erano dati per favoriti già alla vigilia, mentre gli olandesi sono arrivati più a sorpresa all’atto finale, pur meritatamente perchè hanno regalato grande calcio e spettacolo. I favori del pronostico restano però abbondantemente a favore del team inglese che vanta, più o meno i bookmakers sono un po’ sulla stessa lunghezza d’onda, un 1,85 contro 4,5

Nel 2011 l’ultima finale dei Reds, impegnati nell’ultimo atto della Champions League contro il Barcellona che vince 3-1. Risale invece addirittura a 21 anni fa, era il 1996, la finale più recente dei Lancieri: anche lì si trattava di Champions League, anche lì fu sconfitta per i protagonisti di oggi: vinse la Juventus di Lippi. Entrambe hanno vinto la Coppa UEFA/Europa League una sola volta nella loro storia e stasera provano a modificare questo numero.

QUI AJAX – Daley Sinkgraven non ha recuperato da un infortunio al ginocchio che lo ha tenuto lontano dai campi per sei settimane. In assenza dello squalificato Nick Viergever, Jairo Riedewald dovrebbe giocare terzino sinistro, ma un’altra opzione è spostare Joël Veltmann e schierare Kenny Tete a destra. A centrocampo, Lasse Schöne dovrebbe essere preferito a Donny van de Beek grazie alla bravura sui calci piazzati e alla sua esperienza: di fatto, sarà l’unico giocatore con più di 25 anni nell’undici titolare dell’Ajax!

Probabile formazione (4-3-3): Onana; Veltman, De Ligt, Sánchez, Riedewald; Klaassen, Schöne, Ziyech; Traoré, Dolberg, Younes.
Indisponibili: Viergever (squalificato), Sinkgraven (infortunato)

QUI MANCHESTER UNITED – Domenica José Mourinho ha fatto esordire cinque giovani, ma in finale impiegherà sicuramente una formazione più affidabile. In porta ci sarà Sergio Romero, che ha sostituito David de Gea per gran parte della stagione in Europa, mentre Phil Jones è il principale candidato come centrale al posto di Eric Bailly. Marcus Rashford cercherà di colmare il grande vuoto lasciato da Zlatan Ibrahimović.

Probabile formazione (4-3-3): Romero; Valencia, Jones, Blind, Darmian; Fellaini, Herrera, Pogba; Lingard, Rashford, Mkhitaryan.
Indisponibili: Bailly (squalificato), Shaw (infortunato), Ibrahimović (infortunato), Rojo (infortunato), Young (infortunato)

Ti potrebbe interessare

Turno infrasettimanale di Serie A: mercoledì ricco di big match

Mourinho, chi è il miglior giocatore che abbia allenato?

Barcellona-Juventus: troppo Messi per Dybala e Co.

Champions League: al Camp Nou sfida tra stelle

Settore Giovanile e Scolastico: i numeri del ReportCalcio 2017

In Germania i tifosi non sembrano essere contenti