francesca schiavone

Cinque azzurri al secondo turno: non accadeva dal 1978

Francesca Schiavone battuta al primo turno del Roland Garros da Garbine Muguruza. Sarà il suo ultimo Roland Garros? Probabilmente. La 36enne milanese, ad inizio stagione ha annunciato che questo sarà il suo ultimo anno nel tennis professionistico. In conferenza stampa a Parigi, però, ha rimandato la sua decisione al termine degli US Open, ultimo Slam dell’anno.

Con la mente, siamo tornati indietro di 7 anni quando Francesca quel torneo lo vinse, meritatamente e in gran spolvero, in finale su Samantha Stosur, sfiorando una storica doppietta l’anno successivo: sogno infranto solamente nell’atto finale contro la cinese Na Li. Quello Slam vinto, proiettò la Schiavone nell’olimpo dei vincenti. Una pagina di storia del tennis italiano fu scritta il 5 giugno 2010: fino ad allora erano appena due gli italiani ad aver trionfato in un Major. Qualche anno più tardi, ci pensò Flavia Pennetta a riscriverla (la storia), vincendo gli US Open, in finale contro un’altra azzurra: Roberta Vinci.

Intanto, cinque azzurri accedono al secondo turno dell’open di Francia. Non accadeva dal 1978. All’epoca l’impresa la firmarono Barazzutti, Panatta, Zugarelli, Bertolucci e Ocleppo; oggi, invece, Bolelli, Seppi, Fognini, Napolitano e “Sarita” Errani. Tra gli uomini, ci sarà il derby tra Seppi e Bolelli. Napolitano sfida Schwartzman. Lorenzi troverà Isner, mentre la Errani – finalista qui nel 2012 – affronterà la giocatrice di casa Kiki Mladenovic.

Tra i big, nessun problema per Novak Djokovic ed Andy Murray, prime due teste di serie del torneo, che hanno rispettato i pronostici nel primo turno, battendo rispettivamente Marcel Granollers ed Andrej Kuznetsov. Anche Rafael Nadal e Stan Wawrinka avanzano al secondo turno. Prima dell’inizio del torneo, c’erano dubbi sulla partecipazione di Juan Martin Del Potro, smentiti dall’argentino con una grande vittoria in tre set su Guido Pella. Bene anche Nick Kyrgios, che ha lasciato le briciole a Philipp Kohlschreiber. La sorpresa più grande la regala Fernando Verdasco: lo spagnolo fa fuori al primo turno Alexandr Zverev, fresco vincitore degli Internazionali d’Italia.

Chi invece ha deluso le aspettative, è stata Roberta Vinci. La tarantina è stata eliminata al primo turno, dalla campionessa olimpica Monica Puig. «Non è mai bello perdere, ma mi piace ancora giocare» queste le confortanti parole rilasciate dalla pugliese in conferenza stampa. Anche Camila Giorgi saluta precocemente il torneo, battuta dalla transalpina Ocean Dodin. Estromessa dal torneo la n.1 del mondo Kerber, annientata da Ekaterina Makarova in poco più di un’ora, a conferma del periodo nero che la tedesca sta vivendo dopo la fantastica stagione 2016. Se proprio dovessimo fare qualche nome, Halep e Venus Williams le due favorite di una Roland Garros 2017 che, in campo femminile, non ha una vera e propria favorita.

Non sono mancate polemiche ed episodi caratteristici. Il francese Maxime Hamou, ad esempio, è stato espulso dagli organizzatori per aver tentato di baciare una giornalista, più volte, nel corso dell’intervista a fine match (perso contro Cuevas). Tensione anche tra Lokoli e Klizan reo di aver – a detta del francese – irritato l’avversario durante il match, inducendo Lokoli a non stringergli la mano al termine della gara.

Ti potrebbe interessare

John Terry e la speciale clausola con la sua nuova squadra…

Jack Harrison, un “English Man in New York”…

Chi è il più grande tennista di tutti i tempi?

Real Madrid, periodo di rinnovi contrattuali per i blancos

Rangers-Celtic: Griffiths solo l’ultima delle provocazioni all’Old Firm

Dybala vs. Mertens: stelle a confronto…