mediaset

“Abbatte ogni reale concorrenza e penalizza gran parte dei tifosi italiani”

Secondo quanto si apprende dalle ultime informazioni e quanto riportato da Mediaset attraverso canali ufficiali, la società fondata da Silvio Berlusconi ha ritenuto il “bando inaccettabile“.

Non si tratterebbe di una questione economica, bensì dell’offerta, “in quanto abbatte ogni reale concorrenza e penalizza gran parte dei tifosi italiani costretti ad aderire obbligatoriamente a un’unica offerta commerciale”, secondo una nota rilasciata dallo stesso cda della compagnia. Secondo quanto filtra, ci sarebbe stata solo una contestazione al bando e non una proposta economica nella busta presentata da Italia Way Srl.

In base alle indiscrezioni rilasciate da ANSA.it sarebbero state presentate solo due offerte, una da Sky per due pacchetti, anche se non è ancora chiaro per quali, e da Perform Group per i pacchetti C1 e C2, su piattaforma internet.

La Mediaset si sarebbe appellata all’Antitrust, la quale ha però respinto il ricorso “per ottenere una nuova formulazione più equilibrata del bando“, e delle lettere dallo stesso contenuto sono state inviate all’Agcom, nei limiti delle loro competenze, e alla Lega Calcio.

Il colosso media italiano ha ribadito che si riserva “di ricorrere in tutte le sedi competenti” e ci tiene a rassicurare i suoi attuali e futuri clienti che l’offerta riguardante la Serie A non va a intaccare né la stagione 2017 né il triennio in questione: “… sappiamo che molti operatori avranno interesse a creare confusione, a sovrapporre il futuro con il presente, ma il pubblico deve essere informato correttamente: il grande calcio della prossima stagione sarà su Mediaset”.

Fonte: ansa.it

Ti potrebbe interessare

Se le nazionali si facessero con i migliori calciatori di ogni lega…

John Terry e la speciale clausola con la sua nuova squadra…

Marko Arnautovic, il ritardatario preferito di Mourinho

Jack Harrison, un “English Man in New York”…

Real Madrid, periodo di rinnovi contrattuali per i blancos

La vera ragione per cui Ruud Van Nistelrooy lasciò lo United