tennis

Chi ricorda Marcelo Rios e Karolina Pliskova?

Chi sono i numeri 1 del mondo, WTA e ATP, che non hanno lasciato il segno nel mondo del tennis? È stato difficile scegliere. Ma, come per ogni valutazione, abbiamo stabilito un criterio, selezionando quei tennisti che non sono riusciti a portare a casa una prova dello Slam nell’arco della loro carriera.

I numeri 1 al mondo che non hanno lasciato il segno:

Marcelo Rios
Marcelo Rios – Foto da tennisworldusa.org

Cominciamo dal campo maschile. Scorrendo l’albo d’oro dei numeri 1 notiamo che, nel 1998, per 6 settimana, il cileno Marcelo Rios ha occupato la posizione numero 1 nel ranking mondiale. Rios, però, non ha mai vinto uno Slam. Ci è andato vicino proprio in quell’anno quando, agli Australian Open, perse in finale dal ceco Petr Korda con un periodico 6-2. E, ironia della sorte, Korda non è ma riuscito a raggiungere il vertice delle classifiche, fermandosi alla seconda posizione.

Tra le donne, il recente caso di Karolina Pliskova ha diviso gli esperti sull’effettivo valore della posizione numero 1 che lei occupa attualmente. La tennista ceca non ha mai vinto una prova dello Slam e, come lei, altre cinque giocatrici erano riusciti in questo particolare record: Clijsters, Mauresmo, Jankovic, Safina e Wozniacki. «È una grande responsabilità» ha detto la Pliskova in riferimento al primato che ha raggiunto lo scorso 13 luglio quando, in virtù della sconfitta di Angelique Kerber contro Garbine Muguruza, poi vincitrice di Wimbledon, ha avuto la certezza matematica di essere la nuova numero 1 del mondo. Certo, Pliskova è ancora giovane e ha i mezzi a disposizione per trionfare in un Major. Per ora può vantare 9 titoli vinti e una finale allo US Open raggiunta nel 2016 e persa per mano di Angelique Kerber.

Caroline Wozniacki numero 1 sta
Caroline Wozniacki – Foto da www.tenniscircus.com

L’altra tennista, numero 1 del mondo, che non ha lasciato il segno è Caroline Wozniacki. Si è spesso parlato della danese come una promessa del tennis quando era ancora giovane. E in molti avrebbero scommesso su di lei come futura campionessa di diverse prove dello Slam. Non le è andata bene nel 2009 e nel 2014, quando a Flushing Meadows è uscita sconfitta entrambe le volte: in tutte e due le occasioni, fu Serena Williams a negarle la gioia. Dopo una fase buia della sua carriera, Wozniacki è tornata protagonista. Non è da escludere un colpo di coda prima del termine della sua attività agonistica.

Avremmo potuto citarne altri come Lleyton Hewitt, Andy Roddick, Marat Safin, oscurati dai vari Federer e Nadal. O anche Gustavo Kuerten e Juan Carlos Ferrero che hanno detto la loro solamente sulla terra battuta. E in campo femminile, il dominio assoluto di Serena Williams non ha consentito alle varie Azarenka, Ivanovic, Wozniacki di vincere quanto meritavano. Il tennis è uno sport individuale e, come tale, o ti condanna o ti osanna.

Ti potrebbe interessare

Turno infrasettimanale di Serie A: mercoledì ricco di big match

Mourinho, chi è il miglior giocatore che abbia allenato?

Barcellona-Juventus: troppo Messi per Dybala e Co.

Champions League: al Camp Nou sfida tra stelle

Settore Giovanile e Scolastico: i numeri del ReportCalcio 2017

In Germania i tifosi non sembrano essere contenti