fc barcelona

La quantità fa capire cosa pensano i tifosi dell’acquisto

La prima firma del Barcellona, dopo la mega-vendita di Neymar al Paris Saint-Germain, è stata Paulinho, e il suo trasferimento è stato molto sottovalutato, e non a caso, data la quantità di sue magliette che il club ha venduto.

Tutti sappiamo quant’è costato il passaggio di o’Ney al PSG, e come i catalani hanno speso i soldi pagati per la clausola del brasiliano (leggasi Dembelé).

Sapete quante maglie di Neymar ha venduto il PSG?

Il PSG vendeva una maglia No.10 di Neymar a 150€ all’una. E il club ne ha vendute più di 10.000 in una sola giornata, il ché equivale a 1.5 milioni di Euro.

Un numero comunque abbastanza normale se consideriamo che solo un anno fa il Manchester United in una sola settimana ha venduto oltre 800mila casacche di un giocatore preso a parametro zero, un tal Zlatan Ibrahimovic, grazie al quale riuscirono a pagare il 90% della clausola del francese Paul Pogba. Fate un po voi i conti, anche se sono molto semplici…

Presentazione Paulinho Barcellona
© www.alfredopedulla.com

Anche se Paulinho, ovviamente, non ha la stessa risonanza commerciale del suo compatriota, il numero di casacche blaugrana vendute col suo nome è davvero imbarazzante. Infatti, secondo quanto riportato da Goal.com, il Barcellona ha venduto una sola maglia di Paulinho dallo store personale del club spagnolo nel giorno della sua presentazione ufficiale.

I catalani hanno preso il centrocampista, ex Spurs, dal Guangzhou Evergrande, squadra che milita nella Super League cinese, per 40 milioni di Euro.

Nel 2015, il centrocampista brasiliano si era trasferito sfruttando il flusso migratorio dall’Europa verso l’Estremo Oriente da parte di molti giocatori, soprattutto sudamericani. Dopo due stagioni passate in Cina, il 29enne ritorna nel calcio che conta e lo fa in uno dei più grandi club del mondo.

Nel frattempo, Ernesto Valverde è fresco di un inizio annata non troppo felice, con uno trofeo già perso nelle due sconfitte de “El Clasico” in SuperCoppa di Spagna.

A Messi e Co. ora non rimane che riemergere dalle ceneri di una squadra sfaldata da un semplice trasferimento. Un rinforzo è appena arrivato dal Borussia Dortmund, ma basterà ai blaugrana per ritornare grandi?

Ti potrebbe interessare

Turno infrasettimanale di Serie A: mercoledì ricco di big match

Mourinho, chi è il miglior giocatore che abbia allenato?

Barcellona-Juventus: troppo Messi per Dybala e Co.

Champions League: al Camp Nou sfida tra stelle

Settore Giovanile e Scolastico: i numeri del ReportCalcio 2017

In Germania i tifosi non sembrano essere contenti