allenamento calcio

La maturazione fisica del calciatore in età evolutiva

Conoscere alcuni concetti basilari di fisiologia dello sviluppo risulta indispensabili per tutti coloro che controllano attività nelle quali viene proposto un carico di lavoro fisico ai bambini e agli adolescenti, soprattutto nella scelta dei mezzi di allenamento da impiegare con i giovani calciatori evitando di somministrare carichi inadeguati.

Bisogna tener presente che le proposte di allenamento corrette nell’età infantile e nell’adolescenza possono rilevarsi decisive per tutto il resto della vita. Al contrario, proposte errate possono sortire l’effetto opposto.

Seguire il grado di maturazione, mediante l’osservazione della crescita, è il criterio fondamentale per avere il controllo sullo stato di sviluppo delle strutture e delle funzioni dell’organismo. La misurazione della statura e della velocità di accrescimento, collegate allo stato di maturazione, fornisce indicazioni sulla statura prevista per l’individuo adulto.

L’osservazione della crescita, laddove si rilevino variazioni nella sua continuità, permette di riconoscere la presenza di alterazioni nello sviluppo dei giovani calciatori.

La statura che si raggiunge in età adulta e il ritmo di sviluppo sono variabili indipendenti, che non dipendono, cioè, l’una dall’altra, ma rispondono sia ad un programma genetico sia all’influenza di altri fattori che sono in grado di agire sulle caratteristiche cronologiche dello sviluppo, quali:

  • Fattori sociali
  • Alimentazione
  • Il carico sportivo

Nei soggetti in accrescimento si verificano delle fasi di cambiamento delle porzioni corporee, che producono variazioni periodiche della forma del corpo, definite anche periodi di turgor (accrescimento ponderale, di peso) e proceritas (accrescimento strutturale, altezza):

-TURGOR 1°: nascita, primi anni (cresce il peso, poco altezza)
-PROCERITAS 1°: 5/7 anni (cresce altezza, poco peso)
-TURGOR 2°: 8/11 anni (crescita ponderale)
-PROCERITAS 2°: dopo gli 11 anni (crescita strutturale enorme)
-TURGOR 3°: 14-19 anni per le donne; 15-20 anni per gli uomini (crescita di peso ma più di tutto massa muscolare. Periodo Puberale.

Nel corso dello sviluppo la perdita e il recupero delle porzioni dei vari segmenti corporei dipendono dalla maturazione delle ossa. Le principali ossa dell’apparato locomotore e di sostegno sono formate da tessuto cartilagineo. Su quest’ultimo, in tempi diversi e secondo una successione geneticamente determinata, compaiono i nuclei di ossificazione. La crescita in lunghezza è possibile finchè nelle ossa è presente cartilagine di congiunzione.

La fase in cui le ossa sono particolarmente sensibili ai carichi meccanici è quella del periodo puberale, in virtù dell’elevata velocità di maturazione. Durante questa fase eventuali alterazioni del metabolismo, come anche eccessi o carenze di sollecitazioni meccaniche, possono provocare un’alterazione patologica del tessuto osseo.

 

Ti potrebbe interessare

La velocità nel calcio: cos’è e come si allena

Perché vengono i crampi?

Prevenzione nei giovani calciatori: come ridurre gli infortuni

Patologie del giovane calciatore: quali sono e come si curano?