Rolland Garros

In semifinale potrebbero sfidarsi Nadal e Djokovic

Sono stati sorteggiati i tabelloni della 116esima edizione del Roland Garros. In campo maschile è andata meglio a Rafael Nadal che a Novak Djokovic. Lo spagnolo non dovrebbe avere grossi problemi fino ai quarti di finale, dove potrebbe incontrare Milos Raonic; il serbo, invece, prima di un’ipotetica semifinale proprio contro Rafael Nadal, potrebbe trovarsi di fronte Dominic Thiem.

Fabio Fognini debutterà con Francis Tiafoe, prima di un possibile derby con Andreas Seppi. Poi c’è Wawrinka. Anche Paolo Lorenzi, che era in attesa della fine delle qualificazioni, insieme a Simone Bolelli e Stefano Napolitano prenderà parte al tabellone principale. Chi è andato peggio è sicuramente Andy Murray. Lo scozzese, che non sta vivendo un gran momento di forma, è in una parte infuocata di tabellone con Del Potro, Nishikori, Berdych e Wawrinka. Il cammino verso la finale è più che mai complicato.

L’anno scorso trionfò Nole in quattro set su Andy Murray. Quest’anno, però, il favorito n.1 è Rafa Nadal. Il maiorchino, reduce dalla tripletta Barcellona-Monte Carlo-Madrid, ha fame di Slam. Il successo in un Major, manca nella bacheca del Mancino di Manacor da ben quattro anni. Troppi. Le aspettative sono tutte su di lui e Rafa, lo conosciamo: è uno che non soffre affatto la pressione.

In campo femminile Francesca Schiavone, che questo torneo lo ha vinto nel 2010 (perdendo la finale nel 2011), debutterà – in quello che probabilmente è il suo ultimo Open di Francia – contro Garbine Muguruza. Sul cammino dell’iberica, Angelique Kerber. Nella parte bassa del tabellone Venus Williams e Simona Halep.

I colori azzurri saranno rappresentati, oltre che dalla Leonessa Schiavone, anche da Roberta Vinci (debutto contro Monica Puig) e da Camila Giorgi (primo turno contro Ocean Dodin). Dalle qualificazioni esce vincente anche Sara Errani che entra di diritto al tabellone principale.

La regina del 2016 fu Garbine Muguruza. Per la 23enne, nata a Caracas, ma di nazionalità spagnola, fu il primo sigillo in uno Slam dopo la finale persa nel 2015 a Wimbledon. Un successo in due set su Serena Williams, consentì alla Muguruza di portare a casa il Roland Garros. Da allora il calo è stato vertiginoso, fino ad una ripresa che sembra esserci stata negli ultimi mesi. Più che mai aperto il torneo di Parigi femminile quest’anno: non c’è una favorita assoluta, vista la pesante assenza di Serena Williams e una Kerber ben lontana da quella vista la scorsa stagione.

Ti potrebbe interessare

Il geniale ultimo sponsor del Corinthians…

Real Madrid: la storia degli episodi controversi in Champions League

Eden Hazard, le statistiche del Blues più criticato del 2018…

I migliori 20 sportivi degli ultimi 20 anni

Blackpool: la presidenza viola regole sulla proprietà e la FA non fa nulla

Sei mesi di stop dalla UEFA a Samir Nasri per doping