Serie A

Il vecchio adagio ci tramanda che il sale è nella coda e guai a contraddirlo… Però questo week end il sale sembra essere invece proprio il primo ingrediente dell’imminente giornata di campionato.

Il sabato pomeriggio propone infatti uno straordinario anticipo tra Roma e Napoli che all’Olimpico scenderanno in campo nell’inconsueto (per il sabato) orario delle 15.

Ultimo treno per il Napoli per la Champions diretta?

Probabilmente si viste le cinque lunghezze che separano le due compagini, ma quello che occorrerà verificare sul campo, nella sponda partenopea, è come sarà l’approccio alla sfida, ovvero se le scorie della chiacchieratissima semifinale di Coppa contro la Juventus sono state metabolizzate o meno…
Anche la Roma arriva a questa sfida con una sconfitta pesante sul groppone, ma nessuna polemica ha caratterizzato la caduta e una grande squadra di solito, dopo battute d’arresto come quella di mercoledì, ha la forza per rialzarsi.

La Juventus gioca di domenica contro una squadra che ha i suoi stessi colori sociali, il bianconero, ma l’Udinese è a distanza siderale dai campioni d’Italia e solo se quest’ultimi saranno distratti rischiano di far fare festa al Friuli.

L’Atalanta invece gioca nel lunch match della domenica ospitando la depressa Fiorentina. Momenti contrapposti per le due squadre: neroazzurri in orbita, viola in discesa preoccupante.
Il sabato comunque non propone solo il cosiddetto derby del sud, ma altre due sfide che hanno la loro importanza. Nel tardo pomeriggio c’è Sampdoria-Pescara, la serata invece manda in scena Milan-Chievo.

Clivensi abbondantemente al sicuro con un magnifico +20 sulla terz’ultima piazza, rossoneri invece a caccia di punti per l’Europa ma con l’ambiente nervoso a proposito di un closing che non si… closing!
L’Inter gioca nel pomeriggio di domenica, trasferta in Sardegna per una gara piena di insidie ma da vincere per coltivare sogni europei di spessore e per riprendersi, soprattutto, dalle scoppole rimediate contro la Roma.

Viaggio piemontese per il Palermo che affronta il Toro cercando di mantenere accesa una fiammella vicinissima allo spegnimento, un po’ la sorte che attende il Crotone che però se la gioca in casa, contro un avversario, purtroppo per loro, in costante ascesa come il Sassuolo.

Il pomeriggio calcistico domenicale propone anche Empoli-Genoa, mentre la chiusura serale spetta a Bologna-Lazio con i biancoazzurri che hanno nel mirino un pieno per rimpinguare una classifica già importante, ma i felsinei sanno benissimo che devono darsi una mossa per evitare che Donadoni traballi ancor più di quanto non faccia…

 LEGGI LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA 27ª GIORNATA

 

Ti potrebbe interessare

Tyson Fury tornerà sul ring dopo lo stop per doping…

Asier de la Iglesia, il primo professionista spagnolo con sclerosi multipla

Cliftonville, testa bassa durante l’inno inglese in finale di Coppa Irlandese

Barcellona: le 8 sconfitte scottanti al Camp Nou

Zola e le gare di punizioni con Maradona a Napoli…

Champions League: qual è la squadra con più finali?