Messi Barcellona
 

Lionel Messi è ormai il talismano del Barcellona da oltre un decennio. Da quando il 31enne asso argentino ha fatto irruzione nella prima squadra del club spagnolo, ha giocato con molte leggende del calcio e un’abbondanza di giocatori di livello mondiale.

Molti di questi giocatori hanno poco a poco lasciato il club, ed ovviamente ci sono state numerose speculazioni sul fatto che il capitano del Barcellona potesse fare le stesse giocate senza quei giocatori intorno a lui.

Bene, Barça Universal, un account twitter che si occupa di statistiche sui blaugrana, ha “dato qualche numero” sulle esibizioni di Messi senza Xavi, Neymar e Andrés Iniesta per evidenziare quante volte ha dimostrato che i suoi più feroci critici si sbagliavano.

Dopo la partenza di Xavi nel 2015, il cinque volte vincitore del Pallone d’Oro ha segnato 181 partite in 193 partite.

Quando Neymar ha firmato per il Paris Saint-Germain, per un trasferimento record nel 2017, Messi ha segnato in 82 occasioni in 92 partite.

Per quanto riguarda Iniesta, dopo che la leggenda del Barcellona è passato al Vissel Kobe in Giappone lo scorso anno, il capitano dell’Argentina ha messo a segno una buona prestazione nella stagione in corso, giocando 38 partite e segnando 41 volte.

Messi che ora ha segnato un nuovo record (segnare più di 40 volte per dieci stagioni consecutive), è stato ultimamente (come sempre d’altronde) protagonista, segnando un calcio di punizione “alla Panenka” contro l’Espanyol per poi gridare la carica per agguantare il pareggio contro il Villareal, che a sua volta aveva ribaltato lo 0-2 iniziale dei culés .

In ogni caso, in Italia oltre CR7, molti bomber (Zapata, Milik o Piątek) si stanno dando da fare per vincere la scarpa d’oro, ma qualcuno riuscirà a raggiungere la “Pulce” blaugrana?

 

 

Ultime dalla Piazzetta

Una playlist di Spotify per gli amanti del videogame FIFA

NBA, Amir Johnson beccato col cellulare in panchina

Formula E, al GP di Roma le colonnine elettriche alimentate a gasolio!

La Roma vieta ai giocatori di scattare selfie con Drake

I dieci centrocampisti centrali migliori al mondo ancora in attività

Joao Felix, talento del Benfica, fu scartato dal Porto perché troppo “magro”