Floyd Mayweather Jr

Sfida accettata!

McGregor doveva partecipare ad una festa da € 100 a testa il prossimo Venerdì sera al Red Cow Moran Hotel di Dublino, ma proprio oggi a seguito di un “cambiamento di programma inevitabile” ha dato forfait all’evento.

Appena un anno fa, il presidente UFC Dana White sarebbe scoppiata semplicemente a ridere al solo pensiero di vedere Conor McGregor contro Floyd Mayweather dentro un ring.

Ora, probabilmente se la starà ancora ridendo, ma la lotta di cui si parla da mesi sta diventando ogni giorno che passa sempre più realtà.

Conor McGregor è attualmente a Las Vegas, in Nevada, per incontrarsi con i manager della Nevada State Athletic Commission per futuri negoziati per un eventuale combattimento contro Mayweather, e tra le altre cose  prevede anche di recarsi al quartier generale della The Money Team (sobrio nome del team di Mayweather), dove discuterà le specifiche sul potenziale incontro tra i due, prima di dirigersi verso gli uffici UFC per parlarne anche con loro.

A dare la notizia che McGregor fosse a Las Vegas è stata ESPN, ma era stato proprio il campione irlandese a dare i primi indizi. Infatti, di recente, in un’intervista rilasciata ad un evento a Manchester avrebbe detto: “C’è un sacco di lavoro da fare a Las Vegas.

Mi piace la commissione di Las Vegas e dovremmo trovare un punto d’incontro. Andrò laggiù a risolvere il problema. Vado a prendere la mia Las Vegas Boxing Commission e poi vedremo dove cxxxo dovrò combattere contro Floyd!” – ha poi aggiunto – “È a quota 49-0 e sono sicuro che vuole una lotta numero 50. E’ un bel numero…”

“In questo momento, se chiedi a qualsiasi ragazzo in strada, contro chi vuoi vedere Mayweather combattere, quale incontro sarebbe di maggior interesse, quale una superlotta…risponderebbe sicuramente contro Conor.”


Fonti: web, Twitter, ESPN

Ti potrebbe interessare

La fatica di emergere dai dilettanti…

Cos’era la Coppa Intertoto? La parentesi estiva che regalava il pass europeo

Il borsone di cartone: chi sono i giocatori italiani all’estero?

Chi era Babe Ruth: la leggenda del baseball americano

Europa: numeri e statistiche delle prime della classe

Non ha giocato contro il Real Madrid per via della “clausola della paura”