Gabriel Omar Batistuta
 

Gabriel Omar Batistuta. 

Per chi non lo conoscesse, era quello che quando faceva gol esultava con la mitraglietta, quello di “Irina Te Amo”, quello che da solo segnava all’Arsenal e altre squadrette.

In Italia ha giocato con Fiorentina, Roma e Inter. Per le prime due un simbolo, per la terza un grande giocatore a fine carriera.

A Roma ha vinto il suo primo scudetto e nella sua prima stagione realizzò 20 gol in campionato, contribuendo alla vittoria del terzo scudetto della storia del club capitolino. Durante Roma-Fiorentina del 26 novembre del 2000 segnò negli ultimi minuti il gol della vittoria per i giallorossi; nell’occasione non esultò, dispiaciuto per i vecchi tifosi e felice per i nuovi.

Ma è a Firenze che si consacrò al grande calcio, ed è qui che l’hanno introdotto nella loro hall of fame premiato da un altro grande viola Giancarlo Antognoni.

 

Ultime dalla Piazzetta

Una playlist di Spotify per gli amanti del videogame FIFA

NBA, Amir Johnson beccato col cellulare in panchina

Formula E, al GP di Roma le colonnine elettriche alimentate a gasolio!

La Roma vieta ai giocatori di scattare selfie con Drake

I dieci centrocampisti centrali migliori al mondo ancora in attività

Joao Felix, talento del Benfica, fu scartato dal Porto perché troppo “magro”