nba
 

Erano 40 anni che non si vedeva un tiro del genere sui parquet americani.

Il motivo è più che semplice: il rookie (esordiente) ha un tallone d’achille, i tiri dalla lunetta e per ovviare ha scelto la via più semplice, quella che si sceglie da bambini… tirare da sotto!

In verità non è il primo a farlo in tutti questi anni, in altre categorie (tipo NCAA), questa tecnica è molto utilizzata per migliorare le prestazioni sotto canestro. Fa sempre una sensazione strana vederlo, soprattutto per noi italiani che abbiamo una tradizione cestistica diversa dagli statounitensi.

Secondo voi migliora realmente le prestazioni dei tiri liberi?

Qui il video:

 

 

Ti potrebbe interessare

I dieci migliori portieri di calcio di sempre

Alessandro Del Piero diventa presidente di un club di calcio di LA

Rugby, l’italdonne conquista il secondo posto al Sei Nazioni

Matrimonio rock per Sergio Ramos e Pilar Rubio: AC/DC o Aerosmith?

Ritornano “Holly e Benji”, da marzo saranno su Netflix

Conor McGregor crede di essere il moderno “Bruce Lee”