nba
 

Erano 40 anni che non si vedeva un tiro del genere sui parquet americani.

Il motivo è più che semplice: il rookie (esordiente) ha un tallone d’achille, i tiri dalla lunetta e per ovviare ha scelto la via più semplice, quella che si sceglie da bambini… tirare da sotto!

In verità non è il primo a farlo in tutti questi anni, in altre categorie (tipo NCAA), questa tecnica è molto utilizzata per migliorare le prestazioni sotto canestro. Fa sempre una sensazione strana vederlo, soprattutto per noi italiani che abbiamo una tradizione cestistica diversa dagli statounitensi.

Secondo voi migliora realmente le prestazioni dei tiri liberi?

Qui il video:

 

 

Ti potrebbe interessare

McGregor risponde a “Cowboy” Cerrone dopo averlo sfidato…

Mayweather pronto a combattere in MMA contro Nate Diaz

Quella volta che Paul Scholes giocò con scarpini da 40 sterline

I dieci stadi più costosi di sempre

Messi risponde a Ronaldo: “Sono nella miglior squadra del mondo”

Il ritorno di Ferguson al Man Utd: un nuovo ruolo con Solskjaer