Internazionali tennis Roma

La russa si infortuna e dice “addio” a Wimbledon, l’italiano batte Murray e vola agli ottavi

Maria Sharapova si ritira e dice addio a Wimbledon. La tennista russa, nel secondo turno del WTA di Roma, è stata costretta al ritiro per un problema alla gamba sinistra durante il match contro la croata Marija Lucic-Baroni.
Piove sul bagnato, dunque, per la giocatrice siberiana. Arrivata al torneo grazie ad una wild card concessa dagli organizzatori, ‘Masha’ avrebbe dovuto raggiungere quantomeno la finale per poter accedere all’entry list di Wimbledon. Ora, invece, dovrà necessariamente partire dalle qualificazione, ammesso che riuscirà a recuperare dall’infortunio.

Nemmeno il pubblico del centrale di Roma deve averla presa bene. Il match serale, infatti, stava rispettando le premesse. La croata Lucic-Baroni, a 35 anni suonati, non si era di certo arresa all’idea di poter sconfiggere Sharapova, vincendo a sorpresa il primo parziale. Nel secondo periodo, l’ex n.1 del mondo ha alzato il livello di gioco, in particolare al servizio, mettendo a segno il break decisivo nel quarto gioco. Sul 2-1 in suo favore, è arrivato l’infortunio. La russa chiede l’MTO (medical time out) e torna dagli spogliatoio con una vistosa fasciatura alla gamba sinistra. Poi il ritiro. Insomma, doveva essere un ritorno in gran spolvero ed ora rischia di essere l’ennesima grana per la carriera di Sharapova.

Fabio FogniniChi, invece, fa sorridere i colori azzurri è Fabio Fognini. Il ligure, reduce dall’ottima prestazione a Madrid (sconfitta in tre set da Rafael Nadal), ha confermato il trend battendo Andy Murray. Un’impresa riuscita già due volte a Fognini: la più recente, a Napoli nel 2014, nei quarti di finale di Coppa Davis contro la Gran Bretagna, e ancor prima nel 2008 a Montreal, contro un Murray appena 20enne. Questa volta, però, Fognini si è trovato di fronte il n.1 del ranking ed è riuscito ad impartirgli una severa lezione (6-2, 6-4 il risultato finale). Fabio ha mostrato il gioco tipico della terra battuta, e la consapevolezza di essere – attualmente – tra i primi quattro favoriti su questa superficie.

Si vocifera che a giorni Flavia Pennetta (moglie di Fognini) potrebbe partorire. Intanto, di certo c’è la qualificazione agli ottavi di finale. L’azzurro sfiderà il vincente tra Alexandr Zverev e Viktor Troicki. Entrambi alla portata di Fabio che adesso può davvero sognare la finale: sulla sua strada ci saranno, ipoteticamente, Tomas Berdych ai quarti e Stan Wawrinka in semifinale. Aver evitato Nadal e Djokovic, ed aver eliminato il n.1 del mondo è il massimo che si poteva sperare.

Nella stessa giornata, dice addio al torneo anche Roberta Vinci. L’ultima superstite azzurra ha disputato uno dei peggiori match in carriera contro Ekaterina Makarova, portando a casa solamente tre game. La tarantina è apparsa irriconoscibile, in quella che probabilmente è la sua ultima apparizione al Foro Italico.

Ti potrebbe interessare

Turno infrasettimanale di Serie A: mercoledì ricco di big match

Mourinho, chi è il miglior giocatore che abbia allenato?

Barcellona-Juventus: troppo Messi per Dybala e Co.

Champions League: al Camp Nou sfida tra stelle

Settore Giovanile e Scolastico: i numeri del ReportCalcio 2017

In Germania i tifosi non sembrano essere contenti