Mona Barthel

La tedesca, numero 82 al mondo, supera in tre set la ceca Krystina Pliskova

Ricordate Mona Barthel? La tedesca è tornata alla ribalta grazie ad un successo di prestigio, il suo quarto in carriera in un singolare del circuito Wta.

A Praga la racchetta classe 1990 vince sorprendendo anche gli addetti alle scommesse e gli stessi bookmakers. Torna così padrona la Barthel che spazza via (si fa per dire) la ceca padrona di casa Krystina Pliskova.

Per la nuova regina di Praga, nata a Bad Segeberg, piccolo paesino nella Germania del Nord, 27 anni fa vi è una curiosità. Nel giro di soli quattro anni (tra il 2013 e il 2017) la racchetta tedesca è caduta dalla posizione numero 23 fino alla 82 attuale.

Questo di Praga è il suo quarto torneo Wta conquistato in carriera: in precedenza Mona aveva trionfato in Australia, Francia e Svezia.

La sua “prima volta” arrivò nel gennaio 2012 sul cemento australiano di Hobart. L’allora neanche 22enne riuscì a superare la belga Wickmayer con un perentorio 6/1 6/2 che non lasciò scampo all’avversaria.

A Parigi conquistò il Grande Slam nel febbraio nell’anno successivo sulla nostra Sara Errani con un combattuto 7/5 7/6. Il terzo e ultimo successo (fino ad oggi) della tedesca arrivò sulla terra rossa svedese di Bastad grazie al trionfo contro la sudafricana Scheepers per 6/3 7/6.

Curiosità come le vittorie di Mona Barthel sono in equilibrio tra terra rossa e cemento (2-2).

La racchetta tedesca a Praga ha dovuto sudare non poche camicie contro la padrona di casa Krystina Pliskova. La ceca si regala il primo set conquistando ben due break decisivi e regalandosi un 2/6 senza particolari patemi. La Barthel è coriacea e in questo Wta Praga non molla mai un centimetro.

La reazione c’è. Nel secondo set, decisivo il break per portare via il 7/5 e intavolare il definitivo 6/2 del terzo.

La coppa è alzata, la Barthel è tornata.

Ti potrebbe interessare

Un ex bodybuilder si prepara a scuotere il mondo MMA

Culturismo: sospeso torneo per abbandono dei concorrenti causa test anti-doping

Argentina, Diego Maradona sulla banconota da 10 Pesos

La ragione per cui Cristiano Ronaldo ha pianto contro il Valencia

I vincitori dei guanti d’oro ai Mondiali: dal 1930 ad oggi

Dramma in Argentina: ucciso il portiere Facundo Espíndola