All-Blacks-Nuova-Zelanda

Bruciante sconfitta per gli All Blacks…

 

CHICAGO – Il nome dello stadio la dice lunga, Soldier Field, campo ufficiale dei Bears, dove questa notte s’è consumato un primato storico per gli irlandesi: per la prima volta nella loro storia sono riusciti a battere la squadra di rugby più forte e temuta al mondo.

Non si sono lasciati intimorire dalla classica danza degli All Blacks ad ogni match e  gli uomini in verde sono riusciti a battere per 40 a 29 i neozelandesi.

Gli irlandesi ovviamente hanno festeggiato la vittoria con una bella birra!

Quella della Nuova Zelanda è la rappresentativa che vanta il maggior numero di giocatori ammessi nella International Rugby Hall of Fame.

È impegnata annualmente, insieme ad Argentina, Australia e Sudafrica, nella Rugby Championship, equivalente “australe” del Sei Nazioni. Nell’ambito della stessa competizione la Nuova Zelanda e la nazionale australiana si contendono la Bledisloe Cup, mentre All Blacks e Springboks si contendono la Freedom Cup.

La prima competizione internazionale risale al 1884 contro Wellington XV, Nuovo Galles del Sud, mentre il primo test match risale al 1903, con una vittoria contro l’Australia. Successivamente la Nuova Zelanda disputò un tour nell’emisfero nord nel 1905, durante il quale venne sconfitta solamente dal Galles a Cardiff.

Fonti: Youtube, Facebook, Wikipedia

Ti potrebbe interessare

Jugoslavia: la nazionale perduta

I vincitori dei guanti d’oro ai Mondiali: dal 1930 ad oggi

Dramma in Argentina: ucciso il portiere Facundo Espíndola

Maradona si ripropone per la panchina della selección: “Lo farei gratis!”

A Bibione si svolgerà la Beach Volley Marathon

I 20 migliori gol di Roberto Baggio