logo-F1
 

Tempo di Lettura: 4 minuti

Lewis Hamilton ha rivelato di essere stato in isolamento fin dalla cancellazione del GP australiano, ed ha “zero sintomi” di coronavirus nonostante sia entrato in contatto con due celebrità che in seguito si sono rivelate positive per il virus, Idris Elba e Sophie Trudeau.

Prima di dirigersi a Melbourne per quello che avrebbe dovuto essere l’apripista del 2020, il sei volte campione del mondo di F1 era a un evento di beneficenza a Londra insieme all’attore Idris Elba e Sophie Trudeau (moglie del Primo Ministro canadese Justin Trudeau) – che entrambi da allora hanno confermato di aver contratto il coronavirus.

Hamilton
© Sky Sport

Ma Hamilton afferma di “sentirsi bene” e di non avere sintomi, sebbene non abbia testato il virus dallo scorso 4 marzo, poiché “la gente ne ha bisogno più di me“.

Ci sono state alcune speculazioni sulla mia salute, dopo che sono stato ad un evento in cui due persone in seguito si sono rivelate positive al coronavirus“, ha pubblicato Hamilton sui suoi canali social.

Volevo farvi sapere che sto bene, mi sento bene e mi alleno due volte al giorno. Ho zero sintomi, e sono passati 17 giorni da quando ho visto Sophie e Idris. Sono stato in contatto con Idris e felice sentire che sta bene. […] Ho parlato con il mio medico e ricontrollato se avessi bisogno di fare un test, ma la verità è che c’è un numero limitato di test disponibili e ci sono persone che ne hanno bisogno più di me, soprattutto quando non ho mostrato alcun sintomi a tutti“.

Hamilton ha aggiunto che si era autoisolato per precauzione.

Quindi quello che ho fatto è di isolarmi la scorsa settimana, in realtà da quando le prove sono state cancellate venerdì scorso ho tenuto a distanze le persone. […] La cosa più importante che tutti possono fare è restare positivi, prendere le distanze sociali nel miglior modo possibile, isolarsi se necessario e lavarsi regolarmente le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi. Grazie per tutti i messaggi. Sto inviando positività e amore da lontano.

Il GP australiano è stato cancellato dopo che un membro del team McLaren era risultato positivo al coronavirus. Da allora, gli eventi in Bahrein e Vietnam, Zandvoort (Olanda nda) e Barcellona sono stati rimandati, mentre il famoso GP di Monaco è stato anch’esso rimandato.

La F1 ha lanciato una serie Esports Virtual Grand Prix per sostituire le gare di F1 annullate a causa della crisi del coronavirus.

 
 

Tempo di Lettura: 4 minuti

 

Ultime dalla Piazzetta

La più grande farsa della storia del calcio

I peggiori giocatori di sempre de La Liga spagnola

I peggiori acquisti del PSG di Al-Khelaifi

I 10 calciatori asiatici più costosi nel 2020

I 10 giocatori che hanno vinto Champions League e Copa Libertadores

Luigi De Laurentiis:«Il mio Bari merita di stare in alto»

Loading...