boxe
 

Tempo di Lettura: 4 minuti

Il 29enne pugile inglese Tyson Fury, ex campione mondiale dei pesi massimi WBA, WBO, IBO e The Ring, è pronto a tornare di nuovo sul ring il 9 giugno alla Manchester Arena, dopo essersi visto sospesa la sua licenza da pugile per la questione doping (positivo alla cocaina) per il rematch contro Klitschko che doveva prima andare in scena a settembre 2016 poi nell’ottobre, ed infine mai effettuato.

Prima dell’annuncio ufficiale, si erano diffuse  le voci su un ipotetico incontro tra Seferi (23-1) e Fury, e quando al rumeno gli è stato chiesto del match, lo ha definito “un sogno diventato realtà“.

Questo renderebbe un sogno realtà. Non avrei mai pensato di avere la possibilità di oppormi a Fury, il mio idolo.[…] Fury è una leggenda del pugilato del 21° secolo: è alto, ha peso e forza, si muove abbastanza facilmente e ha detronizzato Wladimir Klitschko. Fury è un orso“.

Seferi ha fatto campagna principalmente su cruiserweight, con la sua unica sconfitta arrivata ai pesi massimi per mano di Manuel Charr, che è l’attuale campione del mondo dei pesi massimi WBA (regular), mentreAnthony Joshua è il campione del mondo dei pesi massimi WBA (super).

In altre parole, Charr ha una cintura di cartone.

Fury non combatte da novembre 2015, da quando ha sconfitto Wladimir Klitschko, diventando il campione mondiale unificato dei pesi massimi.

Dopo un periodo di inattività che includeva un presunto test antidoping contro di lui, Fury si arrese e fu persino privato dei suoi titoli mondiali.

Ma farà il suo ritorno anticipato di circa tre settimane, sotto la tutela di Ben Davison: “Tyson Fury può fare assolutamente tutto sul ring. […] Al di fuori del ring, l’idea che la gente ha di Tyson Fury è al 100% ingiusta, è un uomo di valori e questa è una delle prime cose che ho notato di lui. Dice e si attiene a ciò in cui crede. È un uomo molto buono.

Il campione inglese riuscirà a recuperare i suoi titoli mondiali?

 
 

Tempo di Lettura: 4 minuti

 

Ultime dalla Piazzetta

Minuto di silenzio per Maradona: “Non lo si tiene per le vittime, meno per uno stupratore”

Un giocatore su 3 ammette che perdere a FIFA gli rovina la giornata

La World Rugby rivede le linee guida sui Transgender: “la sicurezza e l’equità non possono attualmente essere garantite per le donne”

I numeri di Pjanic della scorsa partita di Champions

LND: concessione streaming sui social delle squadre per campionati Femminili e Regionali

Pallavolo: stilato il protocollo per il ritorno della Serie A

Loading...

Commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *