pallavolo
 

Tempo di Lettura: 7 minuti

La pallavolo è uno degli sport che sta facendo più difficoltà nel ripartire, e la Federvolley sa che ci vogliono linee guida ferree per poter iniziare di nuovo a toccare un pallone.

Molti sono i punti toccati per cercare di salvaguardare la salute di tutti gli addetti ai lavori, giocatori, allenatori, dirigenti, direttori di gara. Sono persino riportati dei requisiti igienici di carattere generale:

  • A tutte le persone coinvolte nel giorno della partita all’interno del palazzetto devono essere forniti chiarimenti in merito alle misure igieniche di base da adottarsi sulla base delle linee guida degli esperti medici (disinfettante per le mani, igiene per tosse e starnuti, distanza di sicurezza, ecc.).
  • Va ridotta al minimo la durata della permanenza negli spogliatoi e nei luoghi di lavoro all’interno dell’impianto sportivo prima e dopo la partita. Al Team Squadra e agli altri soggetti autorizzati vanno date informazioni sulla definizione dei “sintomi del contagio”.
  • La gestione dell’ingresso all’impianto sportivo degli/delle atleti/atlete e altro personale indispensabile deve essere affidata a personale di sicurezza, sotto la supervisione del Covid Manager. Il personale di sicurezza agli ingressi deve chiedere alle persone ammesse all’impianto sportivo di dichiarare il loro stato di salute e misurare la temperatura corporea (tramite termoscanner).
  • Il disinfettante per le mani va posizionato all’ingresso o all’interno di ogni stanza.
  • Prima dell’ingresso delle squadre e degli Ufficiali di Gara deve essere effettuata la disinfezione delle aree interessate e delle superfici.
  • Le porte, quando e ove possibile, devono rimanere aperte e, ove possibile, si deve evitare il contatto con le maniglie. Ovviamente l’accesso agli spogliatoi deve essere consentito solo agli atleti,
  • Ufficiali di Gara e personale strettamente necessario.
  • Chiusura delle porte di accesso agli spogliatoi.
  • Sono ammesse soltanto bottiglie da bere personalizzate (non condivise).
  • Non devono essere scambiati fra giocatori oggetti di carattere personale
  • (borse del ghiaccio, salviette, cellulari e altro che possa veicolare il virus).

Ecco alcuni dei punti salienti del protocollo:

SCREENING DI SQUADRA
Le procedure mediche di screening iniziale saranno applicate a
tutti i soggetti facenti parte del GRUPPO SQUADRA, ricordando che tutti gli
Atleti devono essere in possesso della certificazione di idoneità agonistica
(D.M. 18/02/82) in corso di validità.
Per GRUPPO SQUADRA si intendono tutti coloro che opereranno a stretto
contatto tra di loro: gli atleti (minimo 13 atleti), gli allenatori, il preparatore
fisico, i fisioterapisti, altri componenti dello staff e naturalmente il/i Medico/i Sociale/i.
I componenti del GRUPPO SQUADRA vengono divisi in due gruppi:

  1. Soggetti COVID+ (GRUPPO 1) accertati e guariti e soggetti che su giudizio del responsabile sanitario abbiano avuto sintomi riferibili tra i quali, a titolo non esaustivo, temperatura corporea > 37,5 °C, tosse, astenia, dispnea, mialgie, diarrea, anosmia, ageusia.
  2. Soggetti COVID- e soggetti asintomatici (GRUPPO 2). Anche coloro che
    sono stati a contatto con positivi ma sempre rimasti asintomatici.

SCOPERTA DI UN POSITIVO
Se un componente di un Gruppo Squadra dovesse contrarre il COVID, sarà
allontanato dal Gruppo Squadra, verrà isolato e seguirà il percorso previsto
dalle autorità competenti; tutti gli altri componenti il Gruppo Squadra saranno sottoposti entro 24 ore ad un tampone e, se negativi potranno continuare nelle attività sportive in programma, se positivi verranno isolati e seguiranno le procedure previste dalle autorità.
In ogni caso l’iter prevede che tutti i componenti del Gruppo Squadra effettuino non solo il tampone entro le 24 h ma anche un successivo tampone dopo 48 ore, nonostante la negatività del primo permetta lo svolgimento dell’attività agonistica per gli atleti. Nel caso in cui si verificassero delle positività fino ad un massimo di 3 atleti all’interno di una Società, la gara si effettuerà regolarmente. Laddove il numero dei positivi fosse maggiore la gara sarà rinviata. Le società dovranno accordarsi
per la data del recupero. In caso di mancato accordo, l’Ufficio Campionati della Lega deciderà sui tempi e le modalità di recupero delle partite, fino a dichiarare la partita non disputabile.
È fortemente consigliato per tutti i partecipanti ai campionati l’uso Dell’”APP IMMUNI”.

LE FASI DELLA PARTITA, PRE GARA E POST GARA
Arrivo in città del Gruppo Squadra della società ospite
Il numero di partecipanti alla trasferta dovrà essere contingentato il più
possibile, nel rispetto dei numeri totali previsti dal protocollo stesso.

Soggiorno in hotel prima della Partita
Se previsto il pernottamento presso un hotel la notte precedente la partita, come eventuale sede del ritiro per la partita, si dovrà osservare l’obbligo di DPI.(mascherina) nelle aree comuni dell’hotel.
Tutte le strutture selezionate per il soggiorno devono rispettare quanto previsto dalla normativa vigente nell’ambito della prevenzione del contagio da SARS-CoV-2.

Arrivo presso Impianto Sportivo
All’arrivo al palazzetto, la Squadra ospite, è accolta da un incaricato della
Squadra ospitante (di seguito Covid Manager) che consegnerà al rappresentante della Squadra ospite la certificazione dell’avvenuta sanificazione di tutti i locali ad uso della stessa Squadra ospite. Tutti i componenti la squadra ospite accederanno nella zona spogliatoio indossando la mascherina.

Cliccate al seguente link – Protocollo Volley completo – per saperne di più.

 
 

Tempo di Lettura: 7 minuti

 

Ultime dalla Piazzetta

L’uomo che ha scritto l’inno della Champions League

Come si gioca a paddle?

Marcelo e altri campioni che hanno scelto un orologio Casio

Il film hard sui Mondiali di Cicciolina e Moana Pozzi

Il Ministro Spadafora e il pubblico negli stadi, ecco quando si ritornerà a tifare

Serie D, presunta combine tra Picerno e Bitonto

Loading...