Calcio Internazionale
 

È già diventato una specie di tradizione, quasi un rituale, che ogni 11 gennaio Kazuyoshi Miura rinnova il suo contratto per un altro anno. È successo nel 2017, nel 2019… ed è successo di nuovo nel 2020.

Kazu Miura
© interris.it

L’attaccante che ha ispirato il giapponese Yoichi Takahashi a creare il personaggio di Oliver Hutton (o meglio Capitan Tsubasa) è riluttante ad appendere gli scarpini. Nel 2017, con 50 anni, ha superato Sir Stanley Matthews diventando il più vecchio calciatore ancora in attività nella storia del calcio, ma vuole continuare a battere il suo stesso record di longevità.

Pertanto, con 52 anni, 53 il prossimo 26 febbraio, ha esteso il suo contratto ancora per una stagione. “Ho lavorato duramente ogni giorno per questo e sono molto grato. Voglio continuare a divertirmi con il calcio, farò del mio meglio per continuare a contribuire alla vittoria della squadra“, ha detto un Kazu Miura che la scorsa stagione ha giocato cinque partite (233′) e non ha segnato. Per Miura, in ogni caso, sarà un anno speciale. Dalla stagione 2007, quando aveva 40 anni. non milita nell’élite del calcio giapponese.

L’attaccante, che ha debuttato nel 1986 con il Santos dopo essere cresciuto calcisticamente in Brasile, ha giocato in Italia (Genoa) e Croazia (Dinamo Zagabria) negli anni ’90 prima di tornare in Giappone e firmare per lo Yokohama FC nel 2006. Da allora, Miura ha giocato instancabilmente nel campionato del suo paese e ha anche giocato persino al futsal nel 2012. Ora è appena tornato in J-League con lo Yokohama FC e giocherà la trentacinquesima stagione della sua carriera, tutta da record.

 
 
 

Ultime dalla Piazzetta

Rissa tra tifoserie in Basilicata: un morto e 4 feriti

Peter Shilton torna a parlare della “Mano de Dios”

Esercizi di stretching per dare sollievo alla schiena

LEGO ha creato un Old Trafford tutto da costruire…

La definizione che sintetizza la differenza tra Maradona e Messi

Le statistiche mostrano come sia cambiato il basket in 20 anni

Loading...