bodybuilding
 

Bobybuilder lasciano torneo per controllo antidoping

La II Coppa Euskadi, dedicata a bodybuilding e fitness, organizzata Domenica scorsa a Santurce (Vizcaya, Paesi Baschi) è stata sospeso “dopo l’abbandono della maggior parte dei partecipanti“, dopo aver saputo che sarebbero stati effettuati dei test antidoping, come riportato dall’agenzia anti-doping basca (AVA).

Questa entità, sotto la direzione del governo basco, ha spiegato in un comunicato che i suoi agenti si sono presentati presso la sede del concorso “senza preavviso come è solito e desiderabile” per effettuare un serie di controlli antidoping.

Dopo l’inizio dell’evento, dal momento che la pesatura era già avvenuta poco prima che comparissero gli agenti antidoping designati dall’AVA, la maggior parte dei partecipanti ha lasciato il luogo dell’evento, una situazione che ha costretto l’organizzazione di sospendere il torneo“, spiegano gli organizzatori.

L’AVA dice che “ciò non significa che i partecipanti abbiano abbandonato  la competizione a causa dell’esistenza di controllo antidoping” e chiarisce anche che lo scorso maggio ha firmato un “accordo di partnership con IFBB-Euskadi” (International Federation of BodyBuilding and Fitness)  in modo che l’AVA “possa condurre controlli antidoping nei concorsi organizzati dall’associazione nei Paesi Baschi“.

Il risultato di questa disposizione è conseguenza di un concorso organizzato sempre a Santurtzi (nome originale di Santurce)  lo scorso 16 giugno, quando la stessa AVA aveva eseguito controlli prendendo “12 campioni partecipanti” di cui “cinque di loro hanno mostrato rapporti analitici positivi per una o più sostanze di tipo diverso, come gli anabolizzanti, stimolanti, diuretici e altre sostanze illegali.

I risultati furono inviati alla IFBB-Euskadi che, descrive l’AVA, è l’entità che “è responsabile per la trasformazione di qualsiasi procedimento disciplinare che potrebbero esistere contro eventuali violazioni mediante l’uso di sostanze dopanti“.

L’Agenzia poi conclude dicendo che “nei vari forum e incontri internazionali per la lotta contro il doping, in cui ha essa partecipato, è venuta a conoscenza che le attività in cui v’è una questione importante per quanto riguarda l’uso di sostanze dopanti sono il bodybuilding e fitness.

Un altro duro colpo per il mondo del bodybuilding.

Fonte: Marca.com

 
 
 

Ultime dalla Piazzetta

Stadi di Subbuteo, tra gioco e modellismo

MMA, la classifica dei fighter dal migliore al peggiore

Perché Messi cammina i primi minuti di partita?

Dybala: “Giocare con CR7 e Messi è un vantaggio per me, posso studiarli ogni giorno”

David Villa: “Ho avuto fortuna, sono stato felice!”

Presidente FIGC femminile: “Le pari opportunità nel 2020 sono dovute”

Loading...

Commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *