pallone calcio
 

Se non la partita del secolo, almeno farà sold out!

La webzine sportiva inglese The Sport Bible ha pensato al partitone che uscirebbe se si affrontassero nel campo i giocatori che assistono i due super-agenti del calcio europeo: Jorge Mendes e Mino Raiola.

Con l’avvento del modernismo, se così possiamo definirlo, nel calcio gli agenti (o se preferite procuratori) sono diventati una parte sempre più importante nella compravendita dei calciatori. Spesso tacciati di essere una delle tante rovine del calcio odierno, oggi sembra che le redini di ogni calciomercato dipenda da loro. Anche se il loro lavoro è semplicemente stare alle logiche delle tendenze, ma soprattutto del denaro.

Alcuni dati recenti mostrato che i club in Inghilterra hanno pagato da febbraio 2016 a gennaio 2017, circa 220 milioni di sterline agli agenti per quanto riguarda i trasferimenti. Il 38% in più rispetto all’anno precedente. In Championship si arriva addirittura a 42.4 milioni di sterline in commissioni per i procuratori.

In italia invece, stando a cifre rilasciate da Calcio & Finanza oltre un anno fa, i procuratori costano alle società (si parla soprattutto di big) una media di 20 milioni euro l’anno. Il procuratore made in Nocera annovera tra le sue fila stelle quali Ibrahimovic, Pogba, Hamsik, Lukaku o Balotelli, mentre Mendes ha in scuderia De Gea, Falcao, Moutinho e l’asso portoghese Cristiano Ronaldo.

In una partita tra i top 11 dei due super-agenti ci sarebbe di sicuro spettacolo, e il sentore lo abbiamo vedendo soprattutto i nomi dei difensori delle due compagini, dove i migliori sembrerebbero essere Otamendi e Coentrao.

Questa le due formazioni

Raiola Team (4-4-2): Donnarumma; Van Der Wiel, Salamon, Maloney, Maxwell; Mkhitaryan, Matuidi, Pogba, Bonaventura; Ibrahimovic, Lukaku.

Mendes Team (4-2-3-1): De Gea; Semedo, Otamendi, Garay, Coentrao; Moutinho, W. Carvalho; Di Maria, James Rodriguez, C. Ronaldo; Diego Costa.

Che dite, comprereste il biglietto?

 

Ultime dalla Piazzetta

Europeo U21: Rocco Hunt autore della canzone dell’evento “Benvenuti in Italy”

Mauro Zárate segna contro il club di cui è socio, espulso dal CdA

Il motivo per cui Maradona non era a Cannes per il suo docu-film

HECTOR CUPER: l’eterno secondo

La procura della Federcalcio è nel mirino della magistratura ordinaria

Perché l’arbitro ammonisce l’esultanza senza maglia?

Commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *