Tempo di Lettura: 4 minuti

Tenendo in considerazione che non sappiamo ancora la forma che avrà PS5, ne tantomeno è stato ancora mostrato il nuovo Dual Shock 5, risulta davvero difficile parlare dei giochi che comporranno la line-up atta a sostenere l’uscita della nuova console di SONY. Possiamo, tenendo conto di quanto dichiarato da Mark Cerny durante la conferenza del 18 Marzo, scoprire che fine farà la nostra attuale collezioni di titoli dell’attuale generazione videoludica. Innanzitutto è stata smentita, in maniera indiretta, la retrocompatibilità con PlayStation 2 e PlayStation 3, onestamente un’ipotesi che appariva estremamente improbabile fin dal principio considerando le architetture completamente diverse delle varie macchine rilasciate da SONY durante gli anni. Quello che sorprende è che anche la retrocompatibilità con PlayStation 4, purtroppo, avrà delle restrizioni.

Durante la presentazione Mark Cerny ha spiegato le differenze tra la retrocompatibilità di PS5 e l’ultimo esperimento di questo genere compiuto da Sony in questo campo con PlayStation 3. Se quest’ultima doveva integrare al proprio interno il processore di PlayStation 2, nel caso della nuova console in uscita l’emulazione avverrà direttamente utilizzando il nuovo processore realizzato per PS5. Nella presentazione Cerny ha distinto tre diverse modalità che riguardano proprio la riproduzione dei giochi: nativa (PS5), Pro Legacy (PS4 Pro) e  Legacy (PS4 Base). Cerny ha però aggiunto che non tutti i titoli per PlayStation 4 saranno retrocompatibili all’uscita della nuova console, riducendo a poco più di un centinaio l’elenco di titoli che saranno utilizzabili con PS5. Cerny ha spiegato che avere dei titoli PlayStation 4 che funzionano a frequenze più alte aggiunge un grado di complessità che per alcuni codici di gioco pare essere un gradino insormontabile. PS5, quindi, non permetterà una retrocompatibilità totale come quella che Microsoft ha più volte sponsorizzato per la sua Xbox Series X.

Parlando invece della finestra di uscita di PS5, SONY non si è ancora sbilanciata rimanendo ferma su quel generico “Autunno 2020” più volte annunciato. É, però, arrivata una buona notizia che sicuramente farà piacere ai videogiocatori di tutto il mondo: la BAAS, l’agenzia di pubbliche relazioni con sede ad Amsterdam che rappresenta Sony Interactive Entertainment Benelux. All’interno di una dichiarazione sul sito di tecnologia olandese LetsGoDigital, è stato affermato che “il Coronavirus non ha ancora ritardato il lancio di PS5, per il momento”. Rimane quindi invariata la finestra di lancio inizialmente prevista per la nuova ammiraglia di SONY anche se, purtroppo, solamente gli sviluppi futuri di questa delicata situazione globale potranno darci una vera e propria conferma in merito. Nel frattempo noi continueremo ad aggiornare questo articolo con ogni nuova informazione che SONY rilascerà nelle prossime settimane in merito a PS5, sperando che il colosso giapponese non tardi ancora molto a mostrare il design della sua prossima console da gioco.

 
 

Tempo di Lettura: 4 minuti

 

Ultime dalla Piazzetta

Un giocatore su 3 ammette che perdere a FIFA gli rovina la giornata

La World Rugby rivede le linee guida sui Transgender: “la sicurezza e l’equità non possono attualmente essere garantite per le donne”

I numeri di Pjanic della scorsa partita di Champions

LND: concessione streaming sui social delle squadre per campionati Femminili e Regionali

Pallavolo: stilato il protocollo per il ritorno della Serie A

L’uomo che ha scritto l’inno della Champions League

Loading...