real madrid
 

Tempo di Lettura: 7 minuti

Come giocano, cosa indossano, con chi vanno di pari passo e a chi non la darebbero mai. Tutto ciò che ruota attorno agli atleti d’élite è di solito è di dominio pubblico, soprattutto dopo che i social network sono diventati l’altoparlante del trambusto quotidiano delle stelle che brillano nel firmamento sportivo.

Tutto sembra essere un libro aperto. Tutto tranne le loro abitudini di acquisto di immobili, che a dispetto di ciò che può sembrare, nel caso dei calciatori mantiene uno schema definito in base al loro status professionale e personale. Se sono giovani, single e si stanno facendo strada verso l’élite, fisseranno gli occhi su enormi case con piscina. Se sono figure consolidate, sono sposate e hanno una famiglia, daranno la priorità a vivere in un posto discreto e circondato da ulteriori misure di sicurezza.

case calciatori
© marca.com

Queste sono solo alcune delle conclusioni di un’analisi condotta dalla società immobiliare Mi Piso a Madrid, specializzata in alloggi di pregio, sulle preferenze dei calciatori quando scelgono un luogo per installare la loro residenza nella capitale della Spagna. Come sottolineano, le priorità degli atleti d’élite al momento dell’acquisto di una casa variano a seconda della fase personale in cui si trovano al momento dell’acquisto, qualcosa che finisce per essere la chiave per la definizione di problemi come posizione, metri quadrati della proprietà, il suo numero di camere o i suoi elementi aggregati.

L’amministratore delegato di Mi Piso a Madrid, Edoardo Corda, che sottolinea che la massima riservatezza attorno all’identità dei suoi clienti è un massimo indistruttibile, ma accetta di esporre gli schemi che definiscono il tipo di immobile che rientra nelle scelte dei giocatori di calcio di primo livello. “Il profilo più sorprendente è quello del giovane giocatore straniero, che desidera una casa molto grande anche se vive da solo o con il suo partner. Cerca di impressionare partendo da una grande piscina, un campo da tennis e ampi spazi giardino che può usare per organizzare incontri privati“, dice Corda.

La destinazione preferita di questi atleti, dice, è nelle urbanizzazioni come La Finca, a Pozuelo de Alarcón o nelle aree esclusive di La Moraleja. Questo tipo di case, il cui prezzo varia tra 5 e 15 milioni di euro, ha sempre un area utile di oltre 450 mq. Stando alle parole di Corda, hanno anche un ampio spazio per ospitare non meno di cinque veicoli sportivi. Questo tipo di casa è vicino a quelli che, ad esempio, presentano attualmente quelle delle stella del Real Madrid Vinicius Jr. o Rodrygo Goes.

L’impresa immobiliare sottolinea poi come le esigenze dei clienti cambiano e le loro preferenze cambiano radicalmente quando si tratta di giocatori sportivi di mezza età, con una posizione consolidata e bambini piccoli. In tal caso, vengono privilegiati aspetti quali discrezione, tranquillità e, soprattutto, sicurezza a scapito di metri quadrati.

Non diremo che questo tipo di cliente non vuole grandi case, ma è vero che dà importanza ad altri aspetti che vanno oltre le dimensioni. È un cliente che fugge dall’ostentazione, dal garage per 10 auto, e che preferisce avere una piccola palestra con una grande piscina“, precisa Corda.

Questi tipi di case hanno tra i 300 e i 450 metri quadrati, un prezzo approssimativo tra i 2,5 e i 5 milioni di euro e si trovano in urbanizzazioni private nella zona di Campo de las Naciones o Mirasierra. In quest’ultimo luogo, senza andare oltre, ha vissuto fino a poco tempo fa l’attaccante dell’Atlético Madrid Álvaro Morata.

La situazione è ancora più acuta quando è un ex calciatore che cerca una casa: “Sorprendentemente, una volta in pensione il calciatore d’élite non cerca un palazzo con piscina o palestra, anche se ha avuto una carriera di successo in un club d’élite. Tende ad allontanarsi dal lato sportivo e scommette su grandi piani in aree esclusive del centro la capitale “, spiega Corda, che indica i quartieri di Salamanca, Chamberí e Centro come i favoriti in questo caso.

Secondo la loro analisi, la vicinanza a ristoranti e luoghi di riferimento diventa uno dei principali elementi di valutazione degli ex calciatori , che cercano conforto e risparmio di tempo rispetto ai luoghi in cui vivono. “Qualche anno fa mi è successo che una vecchia stella che stavo mostrando in un appartamento mi ha detto: ‘Ora non voglio muovere un dito, mi preoccupo solo di mangiare e divertirmi’.”, chiosa l’AD dell’agenzia immobiliare spagnola.

Leggi anche sulla casa e la vita privata di CR7.

Fonte: marca.com

 
 

Tempo di Lettura: 7 minuti

 

Ultime dalla Piazzetta

Pallavolo: stilato il protocollo per il ritorno della Serie A

L’uomo che ha scritto l’inno della Champions League

Come si gioca a paddle?

Marcelo e altri campioni che hanno scelto un orologio Casio

Il film hard sui Mondiali di Cicciolina e Moana Pozzi

Il Ministro Spadafora e il pubblico negli stadi, ecco quando si ritornerà a tifare

Loading...