Manchester united
 

Tempo di Lettura: 3 minuti

foto: Wikipedia

Alex Ferguson è lontano dai campi e dalle panchine di calcio da oltre tre anni, ma è stato ingaggiato come coach per una partita particolare.

Il match in questione è quello organizzato da Michael Carrick e la sua fondazione benefica, che si giocherà il prossimo 4 giugno e nel quale si scontreranno lo United vincente la Champions League del 2008 contro una squadra di All Star XI composta tra l’altro anche da vecchie glorie della Premier League quali Frank Lampard e Steven Gerrard e ovviamente allenata dal genio scozzese.

 

Alex Chapman Ferguson con lo United (e non solo) ha vinto praticamente tutto ed ha allenato tanti tra i più grandi giocatori del calcio inglese ed internazionale degli ultimi 30 anni. Dopo oltre 1500 presenze, il “Sir” e Commendatore dell’Ordine dell’Impero Britannico (nominato tale dalla regina in persona nel luglio del ’99, si esatto, dopo la famosa finale col Bayern Monaco al cardiopalma), ritorna per la gioia del pubblico all’Old Trafford.

Per l’occasione ha parlato ai microfoni di MUTV (il canale tv ufficiale del club) dicenedo: ” No [non mi manca allenare]. Mi mancano di sicuro le grandi partite ma ho preso la mia decisione e me la godo. […] Mi fa piacere che Michael faccia da testimonial. Questo fa capire quanto solo il Manchester United possa essere capace di una cosa del genere. Non abbiamo giocatori che sono qui un minuto e al seguente non ci sono più”

 

 

Fonti: Twitter, Manchester United TV

 

Ultime dalla Piazzetta

Minuto di silenzio per Maradona: “Non lo si tiene per le vittime, meno per uno stupratore”

Un giocatore su 3 ammette che perdere a FIFA gli rovina la giornata

La World Rugby rivede le linee guida sui Transgender: “la sicurezza e l’equità non possono attualmente essere garantite per le donne”

I numeri di Pjanic della scorsa partita di Champions

LND: concessione streaming sui social delle squadre per campionati Femminili e Regionali

Pallavolo: stilato il protocollo per il ritorno della Serie A

Loading...

Commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *