Leicester City

1. Un cambio radicale: solo un anno fa era in fondo alla Premier

Una rivoluzione. Solo un anno fa, dopo 25 giornate, era ultima con 17 punti e a cinque dalla salvezza. Oggi, invece è a 53 punti con la stessa differenza dalle seconde (Tottenham e Arsenal) e a due dal record storico della stagione 99/2000.

Se sommassimo i punti in palio da aprile della passata stagione (9 giornate, in cui si salvarono) alla metà già trascorsa i punti in palio sarebbero 102, il Leicester ne ha totalizzati 75.

2. Un club di 132 anni che nel 2008 era in terza divisione

I ‘foxes’ (derivato dal passatempo preferito nel Leicestershire, la caccia alla volpe) erano stati in Premier solo in otto stagioni prima dell’approdo nel 2014.

Solo nel 2008 erano in League One (l’equivalente della C1), poi nel 2010 l’acquisto del tailandese Vichai Srivaddhanaprabha, magnate del duty free che ha creduto non solo nella squadra, ma in tutta la città.

3. Nel boom economico della Premier, il Leicester non spende

Le “volpi” sono al 14° posto nella classifica di mercato (hanno speso solo 50 milioni di euro). Dei loro acquisti solo Okazaki, Fuchs e Kanté sono titolari fissi di Sir Ranieri. Drinkwater, Morgan, Vardy, Mahrez, Schmeichel erano già in Championship (Serie B).

4. Dal 1978 che una ‘outsider’ non vince il suo primo titolo

Tre Coppe di Lega e una Community Shieldil loro palmarès fino ad ora.

L’ultimo club, nel 1978, fu un certo Nottingham Forest.

Meglio del Leicester City solo il Nottingham Forest
Foto dal web

 

5. I migliori tra le mura nemiche

Sono 28 i punti conquistati fuori casa: 8 vittorie (in Europa meglio solo il PSG, 11 vittorie). Inutile a dirlo, ad aiutare è l’italianissimo stile di Mr. Ranieri: possesso palla medio 40,92% (terzo peggiore in Premier) e 8.404 passaggi medi (qui solo secondo).

6. Hanno perso solo due partite in questa stagione

Arsenal (2-5) e Liverpool (1-0) hanno vinto contro il Leicester. Nei cinque grandi campionati europei, solo PSG (zero sconfitte) e Bayern (una) hanno fatto meglio di loro.

7. La squadra che, insieme ai ‘Citizens’, segna di più

Sono 47 i gol in 25 giornate. Praticamente 1,9 a partita e solo il City di Agüero, Silva & co. mantiene il passo. Una squadra che nelle ultime uscite è migliorata anche a livello offensivo, complice anche un maggior livello di sicurezza a seguito dei risultati sportivi: “Se non segnano vi offro una pizza”, avrebbe detto scherzandoci su Ranieri.

8. Vardy, un bomber sui passi di Gary Lineker

Sono già 18 i suoi gol. Dopo aver superato segnato per undici match consecuitvi, superando così il record di Van Nistelrooy (10 giornate) potrebbe essere il primo capocannoniere del Leicester in Premier dopo Gary Lineker (1984-85). Primo inglese dal 2000.

Gary Lineker, ex Leicester
Foto dal web

9. Ranieri e il modulo più vecchio del mondo

Dopo le ultime cattive esperienze in Grecia, il tecnico romano si affida al buon vecchio 4-4-2. “Siamo come Forrest Gump, non smettiamo mai di correre”, e i numeri gli danno ragione: 1700 i palloni recuperati e 545 quelli bloccati solo da Kanté e Drinkwater.

10. Mahrez e il suo ruolo di ‘controfigura’

L’esterno algerino è in un gran momento: 14 gol e 10 assist. Il duo con Vardy è il migliore della Premier (32 tra i due) e nei cinque grandi campionati europei solo Lorenzo Insigne tiene il suo passo (10 gol e 10 assist).

Ti potrebbe interessare

Melo Imai: dalle olimpiadi invernali di Torino a stella porno giapponese…

Quali sono i tifosi in Europa che spendono di più?

“Cristiano Ronaldo non è il migliore della storia”

La numero 6 WTA, Elina Svitolina, si spoglia per XXL…

Quali sono le squadre ancora imbattute nei maggiori campionati europei?

Se le nazionali si facessero con i migliori calciatori di ogni lega…