Serie A

Quale delle due fa più notizia?

Il pareggio della Juventus ad Udine (il primo della stagione) o quota 22 del bomber ‘Gallo’ Belotti?

Propendiamo per la seconda, per questo splendido prodotto italiano che sta mettendo in riga tutti i superbomber della serie A: Higuain, Dzeko, Mertens, Icardi, Bacca, Kalinic…

 

Il Gallo Belotti…

Il centravanti bergamasco, cresciuto nell’Albinoleffe, lanciato dal Palermo e maturato alla grandissima nel Torino, prima di Ventura e ora di Mihailovic, sta attirando su di se tutte le migliori attenzioni.

Non ha neanche 24 anni ma sta letteralmente spopolando, mostrando al mondo tutte le sue qualità visto che segna di testa, di sinistro, di destro, fa reparto da solo, indietreggia ad aiutare i compagni: un mostro!

Cairo, che ci aveva visto lungo inserendo nel contratto una clausola per l’estero di 100 milioni, sta già pensando di alzarla…

E’ dunque il ‘Gallo’ l’uomo del giorno, mentre due squadre, su tutte, salgono nuovamente alla ribalta.

Roma-Napoli

Il Napoli da lezioni di calcio all’Olimpico di Roma battendo i giallorossi a domicilio con un grande Mertens ed un ispiratissimo Insigne, l’Inter invece domina a Cagliari grazie ad una compattezza di squadra frutto del lavoro onesto e profondo di Pioli: manca ancora la concretezza nei grandi impegni, ma il tecnico italiano ha la stoffa per arrivarci, se gli daranno il tempo…

Le vittorie del Napoli e dell’Inter, al pari del successo della Lazio nel posticipo, ha accorciato la zona Champions e l’aumento delle pretendenti (non dimentichiamo l’Atalanta, fermata in casa da una Fiorentina con la quale hanno dato vita ad uno 0-0 intenso e piacevole) non può che far bene a questo bellissimo finale di stagione.

Abbiamo saltato, quasi di netto, il pari della Juventus ad Udine.

Per i locali un risultatone, che da fiducia alla squadra pur non regalando nulla di straordinario alla classifica.

Per i bianconeri un punticino misero ma che fa addirittura aumentare il vantaggio sulla seconda. Potrebbe bastare questo per spiegare perchè la Juventus vince e le altre ‘guardano’: troppe distrazioni per le avversarie, chi comanda se ne concede pochissime…

In coda poco cambia, Pescara e Palermo hanno perso, il Crotone solo 0-0 col Sassuolo.

Per le tre indiziate ogni domenica che passa è una coltellata in più e le speranze di un miracolo languiscono sempre di più…

Ti potrebbe interessare

I vincitori dei guanti d’oro ai Mondiali: dal 1930 ad oggi

Dramma in Argentina: ucciso il portiere Facundo Espíndola

Maradona si ripropone per la panchina della selección: “Lo farei gratis!”

A Bibione si svolgerà la Beach Volley Marathon

Di padre in figlio: le dinastie del calcio

Il calcio e il difetto dell’età