inter
 

Dopo De Boer stesso destino anche per Stefano Pioli. Torna il tecnico della Primavera

Mentre la rivale storica, la Juventus, festeggia la qualificazione alla finale di Champions League, l’Inter fa parlare di se per l’esonero di Stefano Pioli. Già, tutto vero. Sono serviti due lunghi giorni per decidere il futuro del tecnico emiliano, un futuro che sembrava già scritto ma che a quanto pare è stato interrotto con un pizzico di anticipo.

La sconfitta con il Genoa, infatti, è stata la cosiddetta goccia che ha fatto traboccare il vaso, che ha indotto la società ha decidere per il secondo esonero stagionale dopo quello di Frank De Boer. Come accaduto in occasione del passaggio di testimone dal tecnico olandese all’ex Lazio, anche questa volta toccherà a Stefano Vecchi, allenatore della Primavera, traghettare la squadra nelle ultime tre giornate di campionato. Magari trasportandola fino alla conquista dei preliminari di Europa League. Domenica alle 12:30 esordio bis contro il Sassuolo.

Questo il comunicato emanato dal club neroazzurro:

“F.C. Internazionale Milano comunica di aver sollevato l’allenatore Stefano Pioli ed il suo staff tecnico dalla guida della prima squadra. L’Inter ringrazia Stefano ed i suoi collaboratori per la dedizione ed il duro lavoro svolto per il Club durante gli ultimi sei mesi di quella che si è rivelata una stagione difficile.

L’attuale tecnico della Primavera, Stefano Vecchi, è stato incaricato della gestione della prima squadra con effetto immediato e per le tre partite stagionali ancora da giocare. La società inizierà fin da ora a lavorare in vista della prossima stagione sportiva”.

 
 
 

Ultime dalla Piazzetta

“Tieniti in Forma”: il progetto in provincia di Salerno per giovani calciatori

Calciomercato: i 10 maggiori movimenti dal 2000 al 2010

Mack Beggs, il Wrestler Transgender campionessa del Texas

Serie D 2019/20: tutte le squadre regione per regione

Serie B e C: è caos tra club a rischio e ripescaggio

L’avvocato di Maradona parla sulle sue condizioni di salute

Loading...

Commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *