disperazione calcio
 

No. Non è una classifica, alcuni sono talmente banali (“scemi” per dirla volgarmente) che ci sarebbero troppi ex-aequo. In Italia spesso si è parlato di quello di Alessandro Nesta per via della Playstation (quando oggi ancora si parla di dipendenza da Fortnite). Dovrebbe comunque esserci in lista.

Definiteli anche infortuni strani o bizzarri, per noi restano comunque stupidi.

Younousse Sankharé

Ultimo in ordine cronologico, qualche mese ha saltato tre partite con il suo Bordeaux perché ha preso la febbre dopo aver fatto un impianto di barba.

Alessandro Nesta

In un ritiro con la nazionale si ruppe il tendine di un pollice dopo una notte passata a giocare alla Playstation. Restò fuori per un mese e fu sottoposto anche a chirurgia. Quasi imbattibile il buon vecchio Nesta!

Darius Vassel

Aveva una bolla sull’alluce del piede e pensò bene di disfarsene lui solo con un… trapano!

Darius Vassel
© independent.ie

Il risultato fu un dito infetto e un unghia rimossa per far si che guarisse completamente.

Rio Ferdinand

Si fece male un ginocchio guardando la TV, semplicemente tenendo distese le gambe sul tavolino per troppo tempo.

Alex Stepney

Portiere del Manchester United dal 1966 al 1978, vincitore della Coppa dei Campioni 1967/68. Si dislocò una mascella per urlare troppo nei confronti dei propri difensori.

Nicolai Müller

Si è infortunato dopo aver fatto goal mentre era un giocatore dell’Amburgo, cadde malamente a terra per esultare. Sette mesi di stop!

Marco Asensio

Poco prima di una partita di Champions League con il Real Madrid, dovette rinunciare a giocare a causa di un’infezione alla pelle dovuta a una rasatura alle gambe che l’asso spagnolo aveva fatto da solo sotto la doccia.

Darren Barnard

Darren Barnard
© irishmirror.ie

L’ex centrocampista inglese, naturalizzato gallese, si strappò un muscolo per aver dormito in una pozzanghera con l’urina del suo cagnolino.

Santiago Cañizares

A proposito sapete che fine ha fatto Santiago Cañizares?

Lo stravagante portiere del Valencia saltò la Coppa del Mondo 2002 (dove avrebbe potuto anche strappare una maglia da titolare) per aver rotto una boccetta di profumo, i cui vetri tagliarono il tendine del piede con cui il portiere cercò di “stoppare” la boccetta.

Éver Banega

L’ex Inter subì un infortunio mentre stava facendo il pieno all’automobile la sua gamba fu schiacciata dalla stessa auto a cui aveva dimenticato di inserire il freno a mano.

Secondo voi qual è il più stupido?

Leggi anche quali sono gli infortuni più comuni per i giovani calciatori.

 

Ultime dalla Piazzetta

Europeo U21: Rocco Hunt autore della canzone dell’evento “Benvenuti in Italy”

Mauro Zárate segna contro il club di cui è socio, espulso dal CdA

Il motivo per cui Maradona non era a Cannes per il suo docu-film

HECTOR CUPER: l’eterno secondo

La procura della Federcalcio è nel mirino della magistratura ordinaria

Perché l’arbitro ammonisce l’esultanza senza maglia?

Commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *