mou

…non è Cristiano Ronaldo e neanche qualcuno del Triplete… 

Jose Mourinho ha gestito alcuni dei migliori giocatori del mondo, ma l’attuale coach del Manchester United ha fatto il nome di un giocatore abbastanza sorprendente come il migliore che abbia mai allenato.

Dalla serie di giocatori portoghesi che ha allenato durante il suo tempo a Porto, vincitori della Champions League 2003/04, passando per i vari Didier Drogba e John Terry al Chelsea, Cristiano Ronaldo, Wayne Rooney, solo per citarne alcuni, o all’Inter del triplette, ma tra nessuno di questi c’è il miglior calciatore allenato dallo “Special One”.

Ma quando all’allenatore lusitano è stato chiesto quale giocatore nello specifico fosse il migliore, lui ha optato per un centrocampista che, tra l’altro, ha recentemente firmato per il Manchester United, Nemanja Matic.

Matic, non posso dire che ho avuto dei ragazzi migliori di lui nella mia carriera“, avrebbe detto Mourinho al The Times in una delle sue edizioni cartacee.

Il centrocampista serbo aveva giocato alle dipendenze di Sir Mourinho, a Stamford Bridge prima di seguirlo allo United quest’estate.

I Red Devils hanno speso ben 40 milioni di sterline per acquisire i servizi del 29enne, e forse le parole di Mourinho su Matic fanno capire il perché dell’oneroso acquisto: “C’è una cosa che mi rimarrà sempre impressa, una partita in cui era in panchina, e l’ho inserito al minuto 45 richiamandolo poi al minuto 70, 75. […] La stampa vuole una storia, la stampa vuole il sangue, il mio sangue o il suo sangue, o entrambi, è stato veramente triste e sono stato anche triste perché non è una cosa bella ed è qualcosa che ho fatto solo due volte nella mia carriera” ha aggiunto.

Ma il giorno dopo viene a me e dice:” Non sono felice, ma è colpa mia. Non sono contento di quello che hai fatto per me, ma è colpa mia, perché il modo in cui stavo giocando posso capire il cambio, quindi continuiamo così. ”

Sarà stato Mou a chiedere alla propria dirigenza il suo acquisto per la fiducia reciproca che hanno l’uno nei confronti dell’altro, o probabilmente sarà stato il suo carisma e le sue doti tecniche a convincere i Red Devils?

Ti potrebbe interessare

I vincitori dei guanti d’oro ai Mondiali: dal 1930 ad oggi

Dramma in Argentina: ucciso il portiere Facundo Espíndola

Maradona si ripropone per la panchina della selección: “Lo farei gratis!”

A Bibione si svolgerà la Beach Volley Marathon

Di padre in figlio: le dinastie del calcio

Il calcio e il difetto dell’età