Premier League
 

Tempo di Lettura: 18 minuti

Eric Cantona è una figura leggendaria nel mondo del calcio, noto per il suo impatto straordinario sia con il Leeds United che, successivamente, con il Manchester United. Per questo è un idolo che ha ispirato generazioni intere non solo di calciatori ma di cinefili e, probabilmente, anche qualche lottatore.

Il suo viaggio, o forse meglio Journey (all’inglese, ndr), nel mondo del pallone anglosassone è stato intenso e neanche troppo breve, alcuni mesi passati nelle fila del Leeds a cavallo tra il campionato 1991-92 e 1992-93, per poi passare al Manchester United con un controverso trasferimento dall’impatto devastante.

Ma partiamo dal principio, dall’inizio della storia di The King. Nel gennaio del 1992, Eric Cantona si recò in Inghilterra per un provino con lo Sheffield Wednesday, sotto la guida dell’allenatore Trevor Francis. Dopo aver partecipato al primo provino, gli fu chiesto di prenderne parte a un secondo, cosa che lo infastidì e lo fece sentire sminuito. Sentendosi offeso, Cantona decise di non continuare con lo Sheffield Wednesday e invece firmò per il Leeds United. Al Leeds, diventò rapidamente una figura centrale e contribuì significativamente alla vittoria del campionato nella stagione 1991-92.

Cantona al Leeds United: storia e aneddoti

© FourFourTwo

Eric Cantona arrivò al Leeds United nel gennaio 1992, acquistato da Nîmes per circa £900,000. Il suo arrivo avvenne in un momento cruciale per il club, che cercava di rivitalizzare la propria squadra. Cantona portò immediatamente una nuova energia e un talento indiscusso, contribuendo significativamente alla vittoria del Leeds nel campionato della First Division nella stagione 1991-92, l’ultima prima della nascita della Premier League​ (WikipediaManchester United)​.

Sotto la guida di Howard Wilkinson, Eric Cantona si integrò rapidamente nella squadra del Leeds United, nonostante alcune divergenze con il manager riguardo al suo stile di gioco. Wilkinson, noto per il suo approccio disciplinato e rigido, spesso si trovava in contrasto con l’atteggiamento libero e creativo di Cantona.

Wilkinson era un perfezionista che richiedeva ai suoi giocatori di aderire a un preciso schema di squadra. Questo approccio, tuttavia, non si sposava bene con il temperamento e la visione di gioco di Cantona. L’attaccante francese, celebre per la sua individualità e il suo estro, spesso si scontrava con le richieste del manager di seguire rigorosamente le tattiche impostate​ (fourfourtwo.comPlanet Football)​.

Nonostante queste tensioni, Cantona riuscì comunque a impressionare con le sue prestazioni in campo. Dopo essere arrivato al Leeds a metà della stagione 1991-92, contribuì significativamente alla vittoria del campionato, aiutando la squadra a superare il Manchester United nella corsa al titolo. Un momento memorabile fu il suo hat-trick nella Charity Shield contro il Liverpool e un altro hat-trick poco dopo contro il Tottenham, segnali di un talento straordinario che stava iniziando a emergere nel calcio inglese​ (fourfourtwo.com -​​ These Football Times)​.

Tuttavia, la relazione tra Cantona e Wilkinson si deteriorò ulteriormente a causa di alcuni episodi controversi. Ad esempio, durante una partita di Coppa dei Campioni contro i Rangers a Ibrox, Cantona reagì con rabbia alla sua sostituzione, camminando direttamente verso il tunnel. Questo atto di ribellione portò alla sua esclusione dalla partita successiva contro il QPR. Questi contrasti culminarono con Cantona che presentò una richiesta di trasferimento nel novembre 1992, manifestando il desiderio di unirsi a uno dei principali rivali del Leeds: Manchester United, Liverpool o Arsenal​ (Leeds LivePlanet Football)​.

L’approccio disciplinato di Wilkinson, che aveva portato il Leeds al successo, non riuscì a domare lo spirito libero di Cantona, che necessitava di un ambiente più flessibile per esprimere al meglio il suo talento. Questo ambiente lo trovò poi sotto la guida di Sir Alex Ferguson al Manchester United, dove la combinazione di disciplina tattica e libertà creativa permise a Cantona di diventare uno dei giocatori più iconici del club​ (These Football TimesPlanet Football)​.

In sintesi, il periodo di Cantona al Leeds United fu segnato da prestazioni brillanti e tensioni fuori dal campo. La sua abilità tecnica e visione di gioco rimasero innegabili, ma fu solo con il trasferimento al Manchester United che il suo potenziale venne pienamente realizzato, segnando l’inizio di una nuova era di successo per i Red Devils.

Il trasferimento e il suo impatto al Manchester United

© Sky News

Il trasferimento di Cantona al Manchester United nel novembre 1992 fu tanto rapido quanto sorprendente. Il trasferimento avvenne dopo che il Leeds United tentò di acquistare Denis Irwin dal Manchester United. Durante le negoziazioni, l’allenatore del Manchester United, Sir Alex Ferguson, chiese informazioni su Cantona, e in poche ore l’accordo fu concluso per una cifra di circa £1,2 milioni. Questo trasferimento fu visto come un colpo di scena, dato l’impatto che Cantona aveva avuto a Leeds e il fatto che fosse un giocatore di spicco per i tifosi​ (Manchester Unitedfourfourtwo.com)​.

L’arrivo di Eric Cantona al Manchester United nel 1992 segnò un punto di svolta cruciale per il club. La sua influenza andò ben oltre le abilità tecniche e i gol; portò un carisma unico e una leadership che trasformarono il Manchester United in una squadra dominante.

L’inizio di un’era di successi

Quando Cantona arrivò al Manchester United, la squadra stava cercando di vincere il suo primo titolo di Premier League. Con l’arrivo di Cantona, il club non solo vinse il campionato nella stagione 1992-93, ma aggiunse altri tre titoli nei successivi cinque anni, inclusi due “doppietti” (campionato e FA Cup) nelle stagioni 1993-94 e 1995-96. Cantona divenne immediatamente il fulcro della squadra, apportando una combinazione di abilità, visione di gioco e una presenza carismatica che ispirava i suoi compagni di squadra e terrorizzava gli avversari​ (WikipediaManchester United)​.

Carisma e Leadership

Il carisma di Cantona era evidente dal suo atteggiamento in campo. Il suo famoso colletto alzato divenne un simbolo della sua personalità ribelle e della sua fiducia in se stesso. Questo gesto, apparentemente semplice, divenne iconico, rappresentando il suo stile unico e la sua arroganza positiva. Come ricordato da Sir Alex Ferguson, Cantona aveva un’aura di sicurezza che influenzava positivamente l’intera squadra. Portava una nuova dimensione di immaginazione e creatività nel gioco del Manchester United, aiutando la squadra a superare momenti difficili e a vincere partite cruciali​ (Planet FootballManchester United)​.

La leggenda e le controversie di Cantona

Cantona non era solo un giocatore eccezionale, ma anche un personaggio carismatico e controverso. La sua carriera fu segnata da momenti di genialità e atti di indisciplina. Il più noto di questi fu l’episodio del “kung-fu kick” contro un tifoso del Crystal Palace nel 1995, che gli costò una lunga sospensione. Nonostante questi incidenti, Cantona rimase immensamente popolare tra i tifosi, che ammiravano la sua passione e la sua integrità​ (Planet Football)​.

© corriere.it

Aneddoti e Curiosità

Un altro aneddoto riguarda la sua influenza sul campo di allenamento. Cantona era noto per arrivare presto agli allenamenti e lavorare sulle sue abilità prima dell’arrivo degli altri giocatori. Questo comportamento ispirò molti giovani giocatori, tra cui Ryan Giggs e Gary Neville, a seguire il suo esempio e a migliorare le loro competenze tecniche e tattiche. Anche Roy Keane, noto per il suo carattere duro, ammirava profondamente Cantona, riconoscendo il suo impatto positivo sia dentro che fuori dal campo​ (Manchester United)​.

L’Eredità di Cantona

Eric Cantona è ricordato come uno dei più grandi giocatori nella storia del Manchester United e del calcio inglese. Il suo arrivo a Old Trafford non solo portò successi immediati, ma anche un cambiamento culturale nel club. La sua influenza si estese ben oltre il campo, ispirando una generazione di giovani calciatori e trasformando il Manchester United in una potenza del calcio mondiale. Ancora oggi, il suo nome evoca ricordi di trionfi e momenti indimenticabili​ (Planet Footballfourfourtwo.com)​.

Il periodo di Eric Cantona al Leeds United e al Manchester United fu relativamente breve ma incredibilmente significativo. Il suo impatto sul calcio inglese è innegabile, e la sua eredità come “King Eric” continuerà a vivere nei cuori dei tifosi di calcio per molte generazioni a venire.

     
     

    Tempo di Lettura: 18 minuti

     

    Leggi Anche

    Allenamento di calcio: perché le partite a tema sono utili nelle giovanili

    Cilento: meta turistica favorita di molti calciatori

    Il motivo per cui il Futsal è ottimo per allenare i giovani

    Il canale YouTube della UEFA sul calcio femminile

    Cos’è una “rabona” e perché si chiama così?

    Perché le tifoserie di Napoli e Genoa sono gemellate?

    Loading...