Tempo di Lettura: 3 minuti

Siamo in Segunda división (Serie B), e l’Independiente Rivadavia è primo in classifica ma per una strana regola dell’AFA (la federazione argentina) potrebbe anche retrocedere.

Classifica della Segunda división Argentina

  1. Independiente Rivadavia  20 punti
  2. Ferro Carril Oeste   19 p.
  3. Guillermo Brown    19 p.
  4. Argentinos Juniors 19 p.

Lo strano regolamento dice che per ciò che riguarda le retrocessioni va fatto un calcolo medio tra le partite giocate e i punti ottenuti negli utimi tre anni, ma anche che nel caso specifico, casomai dovesse verificarsi a fine stagione, la squadra verrebbe promossa alla categoria superiore essendo primario il diritto sportivo realizzato nella stessa stagione.

La squadra argentina, il cui allenatore è Martin Astudillo,  ex centrocampista dell’Alaves, ha iniziato la stagione con una delle quattro peggiori medie per retrocedere.

Ma nonostante la sua buona stagione in cui ha vinto cinque partite, pareggiato cinque e perse due, che gli ha permesso di raggiungere sì il primato provvisorio, ma non abbastanza da lasciare la zona retrocessione.

Per cui in questo momento sarebbe sia promosso in Primera división che retrocessa all’equivalente della nostra Lega Pro.

Le ultime quattro in Classifica per medie

    1. Atlético Paraná – 88 punti/74 partite (1,189)
    1. Independiente Rivadavia – 113 p./95 part. (1,189)
    1. All Boys – 114 punt./94 part. (1,212)
  1. Central Córdoba – 89 p./73 part. (1,219)

Fonti: Diario Uno Argentina, Mundo Deportivo, AFA

 
 

Tempo di Lettura: 3 minuti

 

Ultime dalla Piazzetta

Marcelo e altri campioni che hanno scelto un orologio Casio

Il film hard sui Mondiali di Cicciolina e Moana Pozzi

Il Ministro Spadafora e il pubblico negli stadi, ecco quando si ritornerà a tifare

Serie D, presunta combine tra Picerno e Bitonto

NFL: il nuovo rivoluzionario casco anti-covid

Rivelazione di Cristiano Ronaldo: «Senza dubbio il titolo più importante della mia carriera!»

Loading...

Commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *