Serie A

Siamo pronti per un’altra, interessantissima giornata. E l’apertura è di quelle eccellenti, perchè lo Stadium ospita una grandissima classica del nostro calcio: Juventus-Milan.

La classifica in questo caso non va guardata, perchè altrimenti la sfida di stasera (venerdì) perderebbe molto del suo fascino che, invece, resta assolutamente inalterato, anche se i valori presentano grandi differenze.

Sul campo è un’altra cosa, come ben sappiamo, e infatti all’andata un siluro del giovane Locatelli abbattè i bianconeri che, però, da allora di passi falsi ne hanno fatti davvero pochissimi. Milan invece più balbettante, più a corrente alternata e la classifica della squadra di Montella ne è testimonianza.

Stasera però il calcio offre una delle sue gare più attese, un po’ come un derby.

Se il venerdì è eccellente, il sabato non sarà sicuramente da meno visto che Genova vedrà accendere la sua Lanterna con la disputa della stracittadina.

All’andata vinsero i blucerchiati e anche in questo momento sembrano i favoriti, ma il derby è impronosticabile e comunque siamo certi che lo spettacolo sarà di alta qualità, sia dal punto di vista tecnico che da quello agonistico, elemento sempre presente in questa attesissima sfida.
La sfida top di giornata però è un’altra e sarà celebrata nel canonico orario pomeridiano domenicale: è il derby lombardo Inter-Atalanta a catalizzare, infatti, la maggior parte delle attenzioni perchè mette in palio punti pesantissimi per la rincorsa Champions.

Quest’ultimo è l’obiettivo dichiarato dei neroazzurri milanesi e tutti sanno che questa con gli orobici è tappa fondamentale (Pioli: “Possiamo perdere solo un’altra partita!”), dove sbagliare potrebbe risultare fatale.

Dal canto loro, per i neroazzurri bergamaschi, è l’ennesima chances di dimostrare che lassù ci stanno per meriti e la sfida tutta nero ed azzurra si preannuncia davvero spettacolare, anche per come attualmente interpretano il calcio i due allenatori, italiani!

Roma e Napoli sono invece attese da sfide ‘comode’: i giallorossi saranno ospiti del Palermo, i partenopei invece aspettano il Crotone al San Paolo: sulla carta non dovrebbero esserci sorprese, sulla carta…
Gare da giocare ma che ormai contano davvero pochino sono Sassuolo-Bologna (è il lunch match), Chievo-Empoli, Fiorentina-Cagliari e Pescara-Udinese.

Sfida che conta, invece, è per chi ospita il ‘monday night’: la chiusura della giornata è affidata a Lazio e Torino.

Una sfida sempre particolarmente intrigante, che anche all’andata infatti regalò emozioni e spettacolo con il 2-2 finale; oggi però conta davvero solo per i biancoazzurri che inseguono con determinazione un posto in Europa, sogno ormai evaporato  con due mesi sciagurati per i granata.

Il motivo della sfida può essere individuato nella sfida tra bomber azzurri: da una parte Ciro Immobile (ex di turno) e dall’altra Andrea Belotti, super cannoniere della Serie A.

LE PROBABILI FORMAZIONI

Ti potrebbe interessare

Il calcio e il difetto dell’età

Russia 2018: tutti i record di questa edizione

Champions League: chi sono i giocatori applauditi dalle tifoserie avversarie?

Chi sono i migliori giocatori di sempre ai Mondiali?

Justin Kluivert è vicino alla Roma

Tyson Fury tornerà sul ring dopo lo stop per doping…