Champions League
 

Riparte la Champions League e la settimana propone le ultime due giornate degli Ottavi di finale. Italia ancora in corsa con la Juventus che ospita allo Stadium il Porto forte del vantaggio di 2-0 maturato in casa lusitana.
Non sarà una passeggiata per i bianconeri, gli impegni europei non vanno mai snobbati o trattati con sufficienza, però la superiorità della squadra di Allegri è netta ed evidente.

Già all’andata i piemontesi hanno mostrato il fatto loro sbancando il ‘Do Dragao’, stadio che le italiane non riuscivano a violare da ben 22 anni (ultima fu la Sampdoria), ma c’è anche la cabala dalla parte di Buffon e soci: in tre occasioni hanno sfidato il Porto ed hanno sempre passato il turno.

Visto il risultato dell’andata e le condizioni non perfette di Chiellini e Barzagli, è ballottaggio Rugani-Benatia per il ruolo di centrale al fianco di Bonucci, mentre in zona offensiva sembrano probabili i rientri di Cuadrado e Mandzukic a supporto sugli esterni di Dybala e Higuain.

In casa Porto invece è probabile prevedere qualche mossa-novità da parte di Nuno Espirito Santo. Intanto il tecnico deve sostituire lo squalificato Telles e probabilmente lo farà con Layun; non è escluso poi che in mediana il coach proponga Oliver Torres, così da schierare il suo undici con un 4-2-3-1 necessariamente più offensivo visto che l’obiettivo è, gioco forza, quello di ribaltare lo 0-2 di tre settimane fa firmato dai gol di Pjaca e Dani Alves.
LEICESTER CITY-SIVIGLIA (martedì, and. 1-2)

Il martedì dei bianconeri prevede anche una sfida decisamente più in bilico che coinvolge due scuole calcistiche di alto profilo; inglesi contro spagnoli.

I campioni d’Inghilterra in carica sfidano il Siviglia con un nuovo spirito, quello di Shakespeare, che non è ovviamente il drammaturgo inglese, bensì il più umile Craig, scelto dalla dirigenza per sostituire il nostro Ranieri, e ‘portatore sano’ di risultati pesanti (vedi le due-vittorie-due in Premier).

Il Siviglia dal canto suo, dopo l’andata, ha battuto prestigiosamente l’Atletico Madrid, ma anche pareggiato contro Alaves e Laganes, denotando dunque una concentrazione incerta, non proprio al top.

MONACO-MANCHESTER CITY (mercoledì, and. 3-5)

Grande attesa per questo ritorno con i francesi che puntano la Guardiola-band per ribaltare la situazione e riuscire dunque a dimenticare una sfida, quella dell’andata, piena zeppa di errori, rigore fallito da Falcao compreso.

City invece piuttosto tranquillo e rilassato, il vantaggio a propria disposizione è invitante per le scorribande in contropiede che probabilmente vedranno protagonisti a turno i vari Sterling, Aguero, Sane…

ATLETICO MADRID-BAYER LEVERKUSEN (mercoledì, and. 4-2) Tedeschi ad un passo dall’uscita di scena. La sconfitta casalinga dell’andata sembra poco rimediabile in terra di Spagna, dove servirebbe un’impresa davvero titanica vista la forza dei colchoneros peraltro al ‘Vicente Calderon’.

E’ un periodo decisamente no per i teutonici che anche in campionato non brillano…

GIÀ AI QUARTI DI FINALE dopo le sfide della scorsa settimana: Bayern Monaco, Barcellona, Borussia Dortmund e Real Madrid.

 
 

Ti potrebbe interessare

Cosa pensa Neymar su Messi e CR7?

Un 67enne combatte il suo ultimo combattimento di Muay Thai

Dall’Inghilterra: Sturridge ha scommesso sul suo trasferimento all’Inter

La routine di Saul Canelo Alvarez: allenamento e dieta

Legge di Bilancio 2019: come cambiano il CONI e la Serie A

Maradona spiega perché Mourinho è migliore di Guardiola…