logo nazionale inglese calcio
 


La Nazionale inglese di calcio femminile riscuote maggiore interesse rispetto a quella maschile per Russia 2018.

La selezione di calcio femminile inglese si appresta ad affrontare con molte aspettative, a quanto pare, il prossimo Mondiale di categoria che si terrà in Francia, dopo il terzo posto ottenuto la scorsa edizione, quattro anni fa in Canada.

L’attesa verso la manifestazione non è solo dei tifosi delle varie nazionali, ma anche dei vari marchi che vogliono investire in un movimento in crescita, quello del calcio femminile. Movimento in crescita non solo oltremanica ma anche in Italia, oltre a varie nazioni che hanno in questo senso una certa storicità, come gli Stati Uniti.

In Inghilterra però, le cose sembrano farsi interessanti, e raccontarcelo sono gli addetti ai lavori della FA. Infatti secondo Georgina Lewis, responsabile area marketing della federazione inglese, le “Leonesse” avrebbero ottenuto maggior interesse da editori e brand per il Mondiale rispetto quanto accaduto per la squadra maschile lo scorso mondiale, quello russo dell’estate scorsa.

Negli scorsi mesi la Federcalcio inglese ha stipulato accordi per la nazionale femminile con Lucozade (produttore di bevande sportive), Budweiser e Boots UK (rivenditore di cosmetici). Sempre la Lewis ha dichiarato che numerose compagnie hanno contattato la Federazione per potenziali collaborazioni in vista dei Mondiali che si giocheranno il prossimo giugno, mondiale che in Italia sarà trasmesso dalla RAI .

Marzena Bogdanowicz, responsabile area commerciale e marketing della FA per il calcio femminile, ha dichiarato: “Sta accadendo una tempesta perfetta. L’interesse generale in tutta la nazione verso l’uguaglianza di genere ha favorito la situazione e creato quest’onda che ora sta arrivando ad un punto fondamentale”

L’interesse dei grandi marchi verso il calcio femminile inglese non si riduce alla sola Nazionale, ma a tutto il movimento calcistico femminile britannico. Infatti Barclays, multinazionale del ramo finanziario (già sponsor nel calcio maschile), è diventata il primo “title sponsor” (sponsor che compare nel nome del campionato, Come “Serie A Tim” per intenderci) della Women’s Soccer League (WSL), la prima divisione di calcio femminile inglese. L’accordo di sponsorizzazione prevede premi monetari fino a 500 mila sterline, oltre a vari contributi per i programmi di sviluppo del calcio femminile sul suolo della Regina.

A livello di club, tra i più attivi troviamo la squadra femminile del Manchester City. Le “citizens” hanno scelto Gatorade come partner ufficiale, con un accordo pluriennale che prevede l’accesso per la squadra femminile a prodotti e attrezzature speciali messe a disposizione dallo stesso marchio della bevanda energetica per antonomasia, oltre che ad una sezione di scienza sportiva all’avanguardia (Gatorade Sports Science Istitute). Il Manchester City ha inoltre rinnovato l’accordo con il Pioneer Group, anche partner ufficiale della WSL, il quale fornirà attrezzature audiovisive per lo stadio.

Fonte: LFootball

 

Ultime dalla Piazzetta

Europeo U21: Rocco Hunt autore della canzone dell’evento “Benvenuti in Italy”

Mauro Zárate segna contro il club di cui è socio, espulso dal CdA

Il motivo per cui Maradona non era a Cannes per il suo docu-film

HECTOR CUPER: l’eterno secondo

La procura della Federcalcio è nel mirino della magistratura ordinaria

Perché l’arbitro ammonisce l’esultanza senza maglia?