É da poco terminato il mondiale e il calciomercato è già entrato nel vivo.

Sono molti gli affari gia fatti, il più importante (sia per le cifre che per i nomi) è il colpo del Barça che si assicura per la cifra record di 88 milioni di euro ( il terzo colpo più caro di sempre dopo i madridisti Bale e Ronaldo) il cartellino di Luis Suarez.

Altro trasferimento a cifre folli è quello di David Luiz che lascia i Blues di Mourinho per accasarsi all’ombra della Torre Eiffel per circa 60 milioni. Vi abbiamo gia annunciato l’arrivo all’Arsenal del Niño Maravilla Alexis Sanchez per circa 40 milioni di euro, che andrà a comporre con Ozil e Giroud un trio che farà ben sperare i tifosi dei Gunners, che aspettano a braccia aperte anke Sami Khedira, al quale i cannonieri sarebbero disposti ad offrire un contratto da circa 10 milioni all’anno. Cesc Fabregas come noto sarà agli ordini dello special One, lasciando (stavolta si presuppone definitivamente) il Barcellona.

Al centro del mercato

L’ex juventino Diego, dopo la grande stagione all’Atletico ha raggiunto l’accordo cn il Fenerbache. L’Atletico Madrid ha scelto il sostituto di Diego Costa (passato al Chelsea), si tratta di Mario Mandzukic che ha già svolto le visite mediche. Il Barca sostituirà l’insostituibile Xavi con il croato Ivan Rakitic proveniente dal Siviglia. Il Manchester United sta pensando allo svizzero Rodriguez per sostituire il partente Evrà, mentre i cugini del City stanno per chiudere con il Porto per il trasferimento del difensore Mangalà per circa 40 milioni. Per quanto riguarda il Real Madrid i nomi caldi sono due : Falcao e Kroos, per il tedesco sembra gia tutto fatto, viste le recenti parole di Beckenbauer ( “Andare al Real non ha prezzo” ).

Ti potrebbe interessare

La ragione per cui Cristiano Ronaldo ha pianto contro il Valencia

I vincitori dei guanti d’oro ai Mondiali: dal 1930 ad oggi

Dramma in Argentina: ucciso il portiere Facundo Espíndola

Maradona si ripropone per la panchina della selección: “Lo farei gratis!”

A Bibione si svolgerà la Beach Volley Marathon

Di padre in figlio: le dinastie del calcio