Tempo di Lettura: 2 minuti

Fiorentina, l’infermeria inizia a svuotarsi

A parlare della situazione infortunati in casa Viola è il medico sociale, Paolo Manetti attraverso il sito ufficiale della Fiorentina. Stando alle sue parole Richards e Joaquìn sembrerebbero aver recuperato totalmente, Mario Gomez Marin sono sulla via del recupero, Pepito Rossi sembrerebbe non avere alcuna complicazione, diagnosi confermata.

Paolo Manetti
Foto da violanews.com

Queste le parole del Dott. Manetti: La pausa per le Nazionali è stata sfruttata al meglio per recuperare i giocatori infortunati. – ha dichiarato – Richards e Joaquìn, per esempio, hanno svolto l’intera seduta con il gruppo e hanno recuperato dai rispettivi guai muscolari. Per quanto riguarda Gomez, invece, gli esami di ieri hanno evidenziato un’ottima evoluzione della lesione al punto di passaggio tra il tendine e il muscolo dei flessori della coscia. Non è ancora al meglio e pronto per la ripresa della completa attività agonistica. Sta lavorando sul campo con media e alta intensità, anche se non vogliamo rischiare un altro infortunio, dato il punto delicato in cui è arrivato. Aumentiamo giorno dopo giorno i carichi di lavoro. Sicuramente ci vorrà almeno una settimana per tornare in gruppo. Marin oggi ha lavorato a parte per la recente fibrosi, una lesione comunque importante. Contiamo però possa essere a disposizione già per la partita contro la Lazio. Per quanto riguarda Rossi, la prossima settimana faremo ulteriori esami che potranno dire con maggiore precisione quando sarà in grado di riprendere gli allenamenti. I tempi per la ripresa sono comunque quelli annunciati, ovvero di 4-5 mesi dall’infortunio”.

 
 

Tempo di Lettura: 2 minuti

 

Ultime dalla Piazzetta

La più grande farsa della storia del calcio

I peggiori giocatori di sempre de La Liga spagnola

I peggiori acquisti del PSG di Al-Khelaifi

I 10 calciatori asiatici più costosi nel 2020

I 10 giocatori che hanno vinto Champions League e Copa Libertadores

Luigi De Laurentiis:«Il mio Bari merita di stare in alto»

Loading...

Commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *