Serie A

Gran bel 2-2 nel super anticipo di ieri sera, Atalanta – Juventus: spettacolo, gol, emozioni.

Niente male, ma del resto ce lo aspettavamo vista la qualità delle due compagini e la non paura dei bergamaschi di affrontare a viso aperto la Juventus.

Stasera c’è il secondo anticipo della 34^ giornata.

Non ci sono chissà quali obiettivi in palio visto che Torino e Sampdoria sono fuori da ogni situazione, sia di pericolo che di esaltazione, ed è proprio per questo che confidiamo di vedere un gran bello spettacolo al ‘Grande Torino’, perchè potremmo ammirare una sfida tra due ottime squadre che non devono fare calcoli.

Questi ultimi invece potrebbero avere il potere di condizionare il derby di domani fra Roma e Lazio, nell’inconsueto orario delle 12,30.

Sarà un pranzo dunque speciale per le due tifoserie, costrette a cambiare le forti abitudini del classico banchetto domenicale.

La Roma se la gioca in ‘casa’ e dovrà cercare di sfruttare il fattore campo per tenere a distanza il Napoli, mentre la Lazio deve vincere a tutti i costi per mantenere vive le residue chance di Champions, ma anche per rintuzzare l’avanzare dell’Atalanta e un eventuale ritorno del Milan.

Milan che, al pari dell’Inter, tifano Lazio per quanto concerne la Coppa Italia visto che l’affermazione biancoazzurra aprirebbe le porte al sesto posto per l’Europa League.

Rossoneri ospiti di un Crotone che è forse all’ultimo treno della speranza (ma molto dipenderà anche da cosa farà l’Empoli che ospita il Sassuolo), mentre i neroazzurri saranno protagonisti del super big match della domenica sera, che chiuderà la giornata.

A San Siro infatti salirà il Napoli e si preannunciano scintille in una sfida che comunque vale tanto, per i partenopei la corsa alla Champions diretta, per i neroazzurri oltre all’Europa di serie B anche il futuro di molti perchè parecchi sono ancora in bilico per la prossima stagione, a cominciare da Pioli.

Le probabili formazioni della 34^ giornata

Ti potrebbe interessare

Tyson Fury tornerà sul ring dopo lo stop per doping…

Asier de la Iglesia, il primo professionista spagnolo con sclerosi multipla

Cliftonville, testa bassa durante l’inno inglese in finale di Coppa Irlandese

Barcellona: le 8 sconfitte scottanti al Camp Nou

Zola e le gare di punizioni con Maradona a Napoli…

Champions League: qual è la squadra con più finali?