Serie A

Domenica c’è il derby di Roma, ma è l’apertura della 34^ giornata ad intrigare fortemente perchè da un lato troviamo la grande, grandissima sorpresa dell’anno, e dall’altro la certezza fatta squadra.

 

Partitona, aspettando il Monaco

Parliamo ovviamente di Atalanta e Juventus, le due signore probabilmente più interessanti di questa annata sportiva, parlando ovviamente della nostra serie A.

I bergamaschi, partiti peraltro pure in sordina, rappresentano la più bella notizia della stagione: squadra piena zeppa di giovani, coadiuvati da un tecnico come Gasperini che aveva bisogno di rilanciarsi dopo qualche inciampo nonostante il suo ottimo curriculum.

La bella notizie, sempre in arrivo dall’ambiente Dea, è che la squadra neroazzurra è per lo più formata da elementi cresciuti nel settore giovanile del club di Percassi. Una vera e propria miniera perchè i gioielli sono in una vetrina che al momento è frequentatissima.

Basti pensare che due di questi diamanti, neppure troppo grezzi, sono già in due top club: Gagliardini all’Inter e Caldara alla Juventus, anche se quest’ultimo finirà la maturazione in neroazzurro per un altro anno.

Loro due hanno già spiccato il volo, altri lo faranno a breve, come Petagna, Kessie ed altri ancora.

L’argomento Juventus invece è più che mai di attualità.

I bianconeri sono vicini anche quest’anno al Triplete e quello di stasera è un antipasto della sfida di semifinale Champions che attende Dybala e soci mercoledì in casa dei francesi del Monaco.

Una gara sulla carta dall’esito scontato, tanto che i book danno stragrande favorita la squadra di Allegri e non potrebbe essere altrimenti visti i numeri prodotti anche quest’anno.

Lo scudetto consecutivo numero sei è in divenire, e rappresenterebbe il record in Italia, la finalissima di Coppa Italia è assolutamente alla portata, pur rappresentando la Lazio un team meritevole di rispetto.

 

Mercoledì da leoni…

E poi c’è l’obiettivo grosso, la coppa dalle grandi orecchie che forse mai come quest’anno sembra davvero vicina dal concretizzarsi.

Nulla è scontato, nemmeno il passaggio alla finale anche se il Monaco è oggettivamente qualche gradino sotto, però i segnali ci sono e l’aver battuto il Barcellona rende l’ambiente gasato e fortemente ottimista: importante che non lo sia troppo…

Stasera comunque, per chiudere, ci aspettiamo una grande sfida, un bello spettacolo, speriamo che si evitino da una parte o dall’altra quelle barriere anticalcio che proprio non ci piacciono…

 

Le probabili formazioni della 34^ giornata

Ti potrebbe interessare

I vincitori dei guanti d’oro ai Mondiali: dal 1930 ad oggi

Dramma in Argentina: ucciso il portiere Facundo Espíndola

Maradona si ripropone per la panchina della selección: “Lo farei gratis!”

A Bibione si svolgerà la Beach Volley Marathon

Di padre in figlio: le dinastie del calcio

Il calcio e il difetto dell’età