Serie D
 

Tempo di Lettura: 5 minuti

La Lnd genera un movimento annuale di oltre 2 miliardi di euro

E’ un compito gravoso quello che attende il presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia, i presidente dei comitati Regionali, il Dipartimento Interregionale guidato dal Coordinatore Luigi Barbiero, chiamati in questi giorni, a decidere le sorti del calcio dilettantistico Italiano. Dalla massima espressione: la Serie D, fino a scendere nelle categorie cosidette minori, ed ai settori giovanili. Il Covid 19 ha messo in ginocchio un mondo che è composto di oltre 12.000 società della Lnd, per complessivi 1.045.565 calciatori tesserati dai club della Lega Nazionale Dilettanti, il 98% dei calciatori in Italia. Di questi quasi 5.000 tra calciatori e tecnici i tesserati nel Campionato Nazionale di Serie D, formato da 166 squa- dre distribuite in 9 gironi, 7 da 18 squadre e 2 da venti. Nella passata stagione nella Lnd si sono disputate 550.000 partite nei campionati di Serie D, Eccellenza, Promozione, Prima Categoria, Seconda e Terza Categoria. Nei campionati femminili di Serie C nazionale e in quelli regionali di Eccellenza e Promozione. E nei campionati giovanili. Ai quali vanno aggiunte le gare nelle discipline Futsal e Beach Soccer.

La Lega Nazionale Dilettanti conta 350 dipendenti e duemila collaboratori. E’ presente con una struttura centrale e le diramazioni regionali. In molti casi i collaboratori ricevono dei “rimborsi spese” contenuti. Dalla Serie D al termine di ogni campionato le prime 9 dei rispettivi gironi sono promosse in Lega Pro. Sono 36 le squadre che retrocedono in Eccellenza, 4 per girone, le ultimi 2 direttamente, altre 2 attraverso i playout. Dall’Eccellenza salgono in D 36 squadre, le 28 vincitrici dei rispettivi gironi, 7 attraverso gli “spareggi nazionali” tra le vincenti i playoff di girone o seconde classificate, alle quale si aggiunge la vincitrice della Coppa Italia.

La Lombardia è la regione col maggior numero di gironi di Eccellenza: 3. Seguo- no con 2: Piemonte Valle d’Aosta, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Cam- pania e Sicilia. Con un girone: Liguria, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giu- lia, Marche, Umbria, Abruzzo, Basilicata, Molise, Puglia, Calabria e Sardegna. Un mondo che negli ultimi anni ha avuto una crescita esponenziale, ma che continua ad avere un supporto insostituibile basato sul volontariato, con dirigenti che hanno fatto la storia dei rispettivi sodalizi, ai quali hanno dedicato gran parte del loro tempo libero.

In particolar modo al servizio del settore giovanile, tenendo conto che in Italia il venti per cento dei ragazzi tra i 5 e i 16 anni è tesserato per una società di calcio. Che è la base insostituibile di un mondo sommerso, che trasuda di passione genuina e di attaccamento ai colori sociali per i propri sodalizi. Ma che al tempo stesso non va dimenticato come l’attività della Lega Nazionale Dilettanti genera un movimento annuale a vantaggio dell’economia nazionali di oltre 2 miliardi di euro tra consumi delle società, creazione di occupazione e interventi all’impiantistica.

Dati che debbono far riflettere, dati che testimoniano l’importanza, sotto molte- plici punti di vista, di un calcio che non può essere etichettato come “minore”, ma che, invece, assume una grande valenza sia per il suo contributo al Prodotto inter-no lordo, sia per l’aspetto sociale, sia per la base di ripartenza che ha saputo fornire a club che dopo i fallimenti nei professionisti, ripartendo dai dilettanti, hanno edificato la loro rinascita: Parma, Vene- zia, Pisa, Bari, Cesena, Modena, Reggiana, Avellino, Como, Lecco, Monza, Pa- dova, Piacenza, Rimini, Alessandria, Pro Vercelli, Siena, Pistoiese, Triestina, Sambenedettese, alcune di queste ripartendo dall’Eccellenza.

 
 

Tempo di Lettura: 5 minuti

 

Ultime dalla Piazzetta

Un giocatore su 3 ammette che perdere a FIFA gli rovina la giornata

La World Rugby rivede le linee guida sui Transgender: “la sicurezza e l’equità non possono attualmente essere garantite per le donne”

I numeri di Pjanic della scorsa partita di Champions

LND: concessione streaming sui social delle squadre per campionati Femminili e Regionali

Pallavolo: stilato il protocollo per il ritorno della Serie A

L’uomo che ha scritto l’inno della Champions League

Loading...