serie-c
 

Tempo di Lettura: 6 minuti

Il Presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, 71 anni, eletto al vertice nel 2018, ha parlato a La Gazzetta dello Sport. Mette le cose chiaro, e soprattutto spiega i motivi per cui si è deciso di chiudere la stagione di Serie C in questo modo.

Ghirelli
© www.raisport.rai.it

Ecco l’intevista integrale:

Presidente Ghirelli, avete votato proposte coraggiose e discutibili, ma almeno le avete votate…

«Vista la situazione bisogna metterci la faccia. Le decisioni sono coerenti, come quando a febbraio abbiamo bloccato le partite a Piacenza, in Lombar- dia e nel Veneto: mi ricordo le lamentele… Vede, mi ha ispira- to la lezione inascoltata di Bill Gates del 2015, in cui disse che la vera guerra che ci aspetta è il virus, come poi è successo».

Serie A e Serie B sperano ancora di ripartire, per voi non c’era proprio la possibilità? «Occorreva una decisione forte per un sistema che scricchiola. I 60 medici sociali non se la sentivano di lasciare la loro attività e mettere a rischio gli altri. Parlo con i presidenti delle squadre nelle zone più colpite, è angosciante. Avrei voluto riprendere a settembre: sono rimasto solo».

Non si gioca, saltano gli stipendi: è vero che avete chiesto la cassa integrazione?
«Nelle bozze del nuovo decreto è prevista, aspettiamo che sia pubblicato. Intanto abbia- mo fatto l’accordo con Aic e Aiac. Per chi è al minimo fede- rale, ossia 30mila euro lordi, le società pagheranno la differenza rispetto a quanto arriverà dalla cassa integrazione. Per gli stipendi fino a 50mila lordi ci sarà la cassa e la differenza va a trattativa singola, con la partecipazione di un fondo di garanzia. Per quelli sopra i 50mila la trattativa è libera».

Riguardo le promozioni, ha scatenato polemiche il criterio scelto per la quarta.
«Di proposte ne abbiamo fatte diverse. Il merito sportivo è un criterio storico della Lega Pro, già usato nei playoff e mai criticato. C’è stata una discussione trasparente, si è votato a scrutinio palese. S’è votato anche per giocare solo i playoff, sarebbero bastati i 28 voti delle squadre oggi qualificate e di altre vicine, ma ne sono arrivati solo 16: questo la dice tutta».

Quali alternative potrà trovare il Consiglio federale per la quarta promozione?

«Ho grande rispetto per le posizioni del Consiglio federale, così come ce ne deve essere verso una Lega che ha il 17%».

Invece il blocco delle retrocessioni pare una mossa per avere molti consensi…
«Non cerco consenso. E’ la scelta che crea meno contenziosi. Per le promozioni ci sono vantaggi netti, in coda no».

Parlando di meriti sportivi, se volete le promozioni ci devono essere le retrocessioni… «Eh lo so, ne parleremo con serenità al Consiglio federale».

In teoria ci saranno sempre le riammissioni, giusto?
«E’ il primo strumento che vuole premiare i virtuosi rispetto ai banditi».

Il blocco dei ripescaggi nasce per ridurre le squadre? «È legato alle retrocessioni bloccate e alle 9 squadre che salgono dalla Serie D».

Cosimo Sibilia, presidente della Lnd, non è d’accordo… “Ha tutto il dovere di dirlo. Ne parleremo in Consiglio federale, unica sede dove discutere».

Molti presidenti sono in difficoltà, gli sponsor scappano: prevede tante rinunce?
«Già era dura prima, figuratevi ora. Gli imprenditori preferiranno investire nelle proprie attività, basta mecenatismo nel calcio: per questo abbiamo chiesto aiuti al Governo».

Il Consiglio federale prenderà una decisione univoca, le prime considerazioni alle vostre proposte non sembrano favorevoli. Se non passa nulla, lei come la prenderà? «Rifletterò molto sul da farsi, anche se confido nella sensibilità della Figc».

Intanto è arrivato l’ok della Fifa per le 5 sostituzioni, cosa che voi fate da due anni. «Questa è la caratteristica della Lega Pro: sperimentare. E quella novità ha dimostrato che lo spettacolo aumenta».

 
 

Tempo di Lettura: 6 minuti

 

Ultime dalla Piazzetta

Marcelo e altri campioni che hanno scelto un orologio Casio

Il film hard sui Mondiali di Cicciolina e Moana Pozzi

Il Ministro Spadafora e il pubblico negli stadi, ecco quando si ritornerà a tifare

Serie D, presunta combine tra Picerno e Bitonto

NFL: il nuovo rivoluzionario casco anti-covid

Rivelazione di Cristiano Ronaldo: «Senza dubbio il titolo più importante della mia carriera!»

Loading...