Chinese Super League
 

Tempo di Lettura: 2 minuti

Quello che combinano i club cinesi ogni qualvotla apra il mercato non ha un nome. Sembra che ogni giorno il calciatore più pagato al mondo cambi: Pellè, Oscar, Tevez, Ramires, Hulk.

Ma questi sono solo una parte della più recente ondata di giocatori che sono già migrati verso l’Asia.

Oggi, però, parliamo dei pionieri, degli “hipsters”, coloro che sono emigrati prima di chiunque altro dall’Europa verso il Sol Levante.

 

Nicolas Anelka e Didier Drogba, nel 2012: dal Chelsea allo Shanghai Shenhua.

 

Drogba Anelka Shangai Shenua
Foto dal web

Frédéric Kanouté, nel 2012: dal Sevilla al Beijing Guoan.

Kanouté Cina
Foto dal web

Seydou Keita, nel 2012: dal Barcelona al Dalian Aerbin.

 

© china.org.cn

Alberto Gilardino (dal Genoa) e Alessandro Diamanti (dal Bologna), nel 2014 al Guangzhou Evergrande

 

Demba Ba, nel 2015: dal Besiktas allo Shanghai Greenland.

Demba Ba Cina
Foto dal web

Paulinho, nel 2015: dal Tottenham al Guangzhou Evergrande.

 

Lucas Barrios, nel 2012: dal Borussia Dortmund al Guangzhou Evergrande.

© FIFA

 

Vagner Love, nel 2013: dal CSKA Mosca al Shandong Luneng.

Vagner Love Cina
Foto dal Web
 

Ultime dalla Piazzetta

Un giocatore su 3 ammette che perdere a FIFA gli rovina la giornata

La World Rugby rivede le linee guida sui Transgender: “la sicurezza e l’equità non possono attualmente essere garantite per le donne”

I numeri di Pjanic della scorsa partita di Champions

LND: concessione streaming sui social delle squadre per campionati Femminili e Regionali

Pallavolo: stilato il protocollo per il ritorno della Serie A

L’uomo che ha scritto l’inno della Champions League

Loading...

Commenti