logo brasile calcio
 

Tempo di Lettura: 2 minuti

Pelé ha rilasciato un’intervista esclusiva a La Gazzetta dello sport in cui rivede sia la sua carriera sportiva che la sua vita ormai lontana dai campi da gioco. Lo ha fatto per celebrare il cinquantesimo anniversario dei suoi mille gol, quello che ha firmato contro il Vasco Da Gama allo stadio Maracaná, è passato molto tempo da allora e Pelé ne è consapevole. “Anche se ho alcuni disturbi, mi sento bene. Ma è come se Dio mi chiedesse il conto“, dice sulla sua salute a 79 anni.

“Anche se ho alcuni disturbi, mi sento bene. Ma è come se Dio mi chiedesse il conto “

Pelé

Tornando alla sua carriera da calciatore, ricorda con stima un rivale, l’italiano Giovanni Trapattoni: “È stato il miglior difensore contro il quale ho giocato, implacabile e corretto. Non come gli inglesi e gli argentini, quante botte mi hanno dato“, ricorda il brasiliano, che ancora si aspetta qualcosa di grande dal suo attuale erede, Neymar.

Oggi avrebbe dato filo da torcere ai due che hanno egemonizzato il calcio negli ultimi 15 anni, Cristiano Ronaldo e Leo Messi, e i quali vede solo di buon occhio: ammira molto il portoghese e con l’argentino avrebbe voluto giocare. “Mille gol 50 anni fa, lo vorrei oggi con me…

 
 

Tempo di Lettura: 2 minuti

 

Leggi Anche

Il motivo per cui il Futsal è ottimo per allenare i giovani

Il canale YouTube della UEFA sul calcio femminile

Cos’è una “rabona” e perché si chiama così?

Perché le tifoserie di Napoli e Genoa sono gemellate?

Di padre in figlio: le dinastie del calcio

Chi sono i migliori giocatori di sempre ai Mondiali?

Loading...