Premier League
 

Tempo di Lettura: 18 minuti

Oggi la Premier League è considerato il campionato di calcio più bello al mondo, non sempre ha avuto un passato florido, e soprattutto protagonisti all’altezza.

Tra i 20 peggiori giocatori di sempre della storia della Premier League, troviamo anche un italiano: Massimo Taibi che nel lontano 1999 passò dal Venezia al Manchester United.

Sfortunatamente ci sono anche molti giocatori che non avrebbero mai dovuto vincere la Premier League. Giocatori a cui mancavano il talento, l’impegno e l’idoneità di base e che alla fine erano fonte di imbarazzo per i manager che li avevano ingaggiati, spesso anche dietro pesanti commissioni!

Ce ne sarebbe da scegliere, ma questo è un sunto dei 20 peggiori giocatori nella storia della Premier League.

Titus Bramble
1 di 20

Dispiace avere Titus Bramble nella lista perché per lunghi periodi può essere stato un grande giocatore. Purtroppo i suoi cali di concentrazione sono famosi e quando la sua mente vaga la sua capacità di giocare a calcio scompare completamente. Sembra anche spaventarsi facilmente quando gioca di fronte a grandi folle, non un grande tratto per un giocatore della Premier League, ma questo spiega perché ha i migliori rendimenti li ha avuti con Wigan!

Il Newcastle ha senza dubbio visto il peggiore dei contrattempi difensivi di Titus Bramble, anche se ha anche segnato alcuni gol impressionanti e importanti, oltre ad aver anche messo in scena alcune performance di Man of the Match. Nel 2003/04 è stato eletto Peggiore giocatore della Premier League dell’anno in un sondaggio da The Fiver, mentre a Wigan è stato scelto come giocatore dell’anno per la stagione 08/09. Questo definisce perfettamente Titus, quando è bravo è molto, molto bravo ma quando è cattivo è atroce!

Bebe
2 di 20

La storia di Tiago Manuel Dias Correia o Bebe, come era in qualche modo soprannominato in modo non originale da suo fratello maggiore, è affascinante. Dopo essere stato curato all’età di 12 anni, ha impressionato nel 2009 allo Street Football Festival e si è unito al C.F. Estrela da Amadora nella seconda divisione portoghese. È emerso come il loro giocatore di punta e quando le difficoltà finanziarie hanno colpito il club, ha firmato per il Victoria de Guimarães, nella Primeira Liga portoghese. Dopo cinque gol in sei partite pre-stagionali per Vitória e su consiglio dell’ex assistente Carlos Queiroz, il Manchester United ha pagato £ 7,4 milioni per il giovane.

Se questo fosse un film, Bebe continuerebbe a segnare il goal vincente per il Manchester United nella finale di Champions League. Sfortunatamente per Alex Ferguson questo non è un film e parlando di film che Alex non aveva nemmeno visto Bebe giocare su DVD. Il problema alla fine della favola di Bebe è che in realtà non è molto bravo a giocare a calcio!

John Jensen
3 di 20

John Jensen firmò per l’Arsenal dopo aver partecipato ed aver vinto gli Europei del 1992 per la Danimarca. Centrocampista difensivo solido e popolare, purtroppo ha raggiunto lo status di calciatore noto principalmente per la sua incapacità totale di segnare un goal. La sua mancanza di senso del goal non era per mancanza di tentativi, nella sua testa Jensen aveva la capacità di segnare da quasi qualsiasi punto del campo, in realtà i suoi tiri erano spesso ampi, alti e tutto meno che belli. Man mano che la sua popolarità tra i fan cresceva, la disperazione per lui di segnare si diffondeva e non era raro sentire grida di “tirare” ogni volta che Jensen riceveva la palla. Quando alla fine ha segnato contro il QPR nel 1994, il gol fu salutato da celebrazioni deliranti da parte dei fan dei Gunners.

Bruno Cheyrou
4 di 20

Quando Gerard Houliier acquistò Bruno Cheyrou dal Lille, lo soprannominò il “Nuovo Zidane”. Sfortunatamente per il giovane francese nonsi è minimamente avvicinato alla possibilità di essere all’altezza della fattura che Houllier gli aveva dato. Alla fine della sua esperienza raccolse solo 17 partite di campionato per il Liverpool nei suoi tre anni lì. È scomparso in Francia quando Benitez è subentrato e la sua carriera non si è mai veramente ripresa.

Mido
5 di 20

Quando Mido arrivò al Tottenham in prestito all’inizio del 2005, annunciò il suo arrivo con due gol al suo debutto contro il Portsmouth. Quella è l’unica volta in cui abbia veramente mai colpito Mido in Inghilterra, miracolosamente ha giocato per 14 club diversi e ha 51 presenze per l’Egitto. Le fortune sono state spese per lui in salari e commissioni di trasferimento. Sulla base dei suoi recenti avvistamenti al West Ham e al Middlesbrough, una grande percentuale dei suoi guadagni sembra essere stata investita in cibo!

Claus Lundekvam
6 di 20

Il difensore norvegese Claus Lundekvam ha trascorso 12 anni a Southampton dal 1996 al 2008 gestendo 357 presenze. Claus è meglio riassunto dal commento fatto su di lui da Gordon Strachan nel 2003 quando è stato allungato durante una partita con Leicester. Strachan ha detto che “non aveva idea” se Lundekvam fosse incosciente come “è quello che gli piace sempre”.

Eric Djemba-Djemba
7 di 20

Eric Djemba-Djemba fu acquistato come sostituto a lungo termine dato l’invecchiamento di Roy Keane. Il più vicino ad emulare Roy Keane fu un brutto attacco su Sol Campbell in Charity Shield. Era tutto tranne che un calciatore durante il suo incantesimo al Manchester United, ma stranamente l’Aston Villa decise di toglierlo dalle mani di Alex Ferguson. Incapace di rimuovere la superstar del centrocampo che era Gavin McCann, riuscì a ottenere solo 11 partite coi Villains prima di essere mandato in prestito al Burnley. Da allora ha giocato in Qatar e Danimarca e non è ancora molto bravo a calcio!

Sergei Rebrov
8 di 20

Prima di giocare per gli Spurs, Sergei Rebrov è stato uno dei migliori attaccanti d’Europa con un record eccezionale sia per la Dinamo Kiev che per l’Ucraina. Dopo il suo trasferimento di 11 milioni di sterline al Tottenham, sembra aver dimenticato come si faccia gol. Nella sua seconda stagione ha realizzato solo tre gol in 39 partite.

Rebrov ha avuto altrettanto successo al West Ham, dove ha segnato due gol in 33 partite. I suoi commenti sembrano suggerire che incolpa le sue esibizioni su quanto Londra sia stata spiacevole. Questo non spiega perché poi fu terribile anche al Fenerbahce!

Steve Marlet
9 di 20

Per Steve Marlet è stata spesa una cifra record dal Fulham, che lo acquistò dal Lione per 11,5 milioni di sterline nel 2001. Marlet era così deludente e troppo caro che il proprietario del Fulham Mohammed Al Fayed sarebbe diventato più tardi sospettoso di essere stato frodato dall’allora manager Jean Tigana, anche se Al Fayed perse la causa giudiziaria risultante. Alla fine Marlet è costato un sacco di soldi al Fulham, a Tigana il suo lavoro e la sua reputazione e il giocatore stesso non ha mai riscoperto la forma mostrata al Lione.

Albert Luque
10 di 20

Albert Luque deve essere l’unico giocatore nella storia del Newcastle a segnare contro il Sunderland ma che non deve essere ricordato con affetto dai tifosi bianconeri. È entrato a far parte del Newcastle per 9,5 milioni di sterline nel 2005 sotto la guida di Graeme Souness e ha trascorso tutto il suo tempo infortunato o giocando male. Il Rapporto Stevens del 2007 ha messo in dubbio alcuni dei pagamenti coinvolti nel trasferimento, indipendentemente dalla situazione in cui Albert Luque si è rivelato un disastro molto costoso e alla fine fu dato gratuitamente all’Ajax.

Marcelino
11 di 20

Marcelino “ha giocato” per il Newcastle United per quattro anni, dopo essere stato ingaggiato per 5,8 milioni di sterline per potenziare la sua difesa notoriamente leale. La stagione precedente era stato uno dei giocatori di punta del Mallorca e il suo arrivo è stato accolto con entusiasmo dai tifosi del Newcastle.

Ha collezionato un totale di 20 presenze in quei quattro anni ed è meglio ricordato dai fan del Newcastle per aver trascorso due mesi fuori per infortunio con quello che si dice essere un “dito maledetto”!

Frank Sinclair
12 di 20

Frank Sinclair era probabilmente un giocatore migliore di molti difensori in questa lista, ma quando si digita il suo nome in un motore di ricerca il suggerimento in alto è di solito “Frank Sinclair Autogol”. Mentre a Leicester ha sviluppato una terribile tendenza a segnare nella propria rete, riuscendo a farlo nell’ultimo minuto di due partite consecutive nel 1999 e anche a segnare un incredibile gol da oltre 40 metri durante una retrocessione di sei punti con il Middlesbrough nel 2002.

Ade Akinbiyi
13 di 20

Dopo aver impressionato col Bristol City e il Wolves, Ade Akinbiyi ha firmò per Leicester al posto del Liverpool, che invece si diresse su Emile Heskey. La sua forma scadente per Leicester e la sua fee di trasferimento di 5,5 milioni di sterline lo hanno visto soprannominato “Ade Akin-bad-buy”. Ha realizzato solo 11 gol in 58 partite per le Foxes e il suo periodo di 2 anni si è concluso con la retrocessione di Leicester dalla Premier League. Ade ha continuato ad avere una carriera di successo nei campionati inferiori, ma non è mai stato un giocatore abbastanza bravo da esibirsi ai massimi livelli.

Tomas Brolin
14 di 20

Tomas Brolin è stato uno dei talenti più in voga in Europa prima di unirsi al Leeds United nel 1995. Noi lo ricordiamo per la sua, neanche troppo felice, avventura tra le fila del Parma. Dopo aver iniziato bene, la sua relazione con Howard Wilkinson è diventata tesa. Wilkinson sentì che Brolin non stava tirando il suo peso sulla difensiva.

Qualcosa è stato chiaramente perso nella traduzione quando Brolin ha iniziato ad aumentare il suo giro di vita piuttosto che il suo ritmo di lavoro e ha attirato critiche da fan e media per il suo aspetto “paffuto”. In realtà l’infortunio che Brolin subì mentre era in con la sua nazionale nel 1994 sembrava aver privato il calciatore della sua forma fisica, ritmo e desiderio.

Ha giocato solo 20 partite per il Leeds e non avendo mai ritrovato la sua forma si è ritirato dal calcio all’età di soli 28 anni – in modo abbastanza appropriato ha quindi aperto un ristorante!

Carlton Palmer
15 di 20

Carlton Palmer ha giocato in Premier League per lo Sheffield Wednesday, Leeds, Southampton e Nottingham Forest e ha solo 18 presenze in Inghilterra! Tutto ciò è bizzarro perché era un calciatore terribile, terribile. È un ricordo ed emblema indelebile della disastrosa esperienza con l’Inghilterra di Graham Taylor ed è quasi sicuramente il peggior giocatore che abbia mai partecipato per la nazionale della Regina ad un torneo internazionale.

Jason Lee
16 di 20

Jason Lee è ricordato per l taglio di capelli ad “ananas”quando era un giocatore del Nottingham Forest, e fu ripetutamente deriso in TV. Diventare uno scherzo in tutto il paese e subire insulti da parte dei tifosi avversari lo ha reso un giocatore ancora peggiore e si è rapidamente ridotto ai campionati inferiori.

Bosko Balaban
17 di 20

John Gregory ha speso 5,8 milioni di sterline per portare il gol croato Bosko Balaban all’Aston Villa dalla Dinamo Zagabria nel 2001. Sfortunatamente quando si presentò divenne evidente che era pigro, non gli piaceva allenarsi e non era poi neanche così bravo. Non ha mai iniziato una partita della Premier League per i Villains, ha fatto solo 9 presenze in totale e non ha mai segnato un goal per loro. Ad essere onesti con Balaban (e Gregory), è stato eccellente nel segnare gol ovunque andasse, tranne che con l’Aston Villa!

Jean Alain Boumsong
18 di 20

Ah, un altro colpo da maestro Graeme Souness! Boumsong ha firmato per il Glasgow Rangers nell’estate del 2004 con un trasferimento gratuito, da gennaio Graeme Souness ha deciso di acquistarlo per 8 milioni di sterline! Non sorprende che i Rangers abbiano colto al volo l’opportunità di realizzare un grande profitto e Boumsong avrebbe presto firmato un contratto quinquennale per il Newcastle.

Il principale contributo di Boumsong ai bianconeri è stato quello di dimostrare che Titus Bramble non era il peggior difensore centrale del mondo! Nel famoso rapporto trapelato scritto da Andre Villa-Boas afferma: “La difesa è altamente incoerente sia a causa di errori individuali (Boumsong principalmente) o a causa di un coordinamento di linea” (sic). Il fatto che una squadra come il Newcastle un tempo contenesse Bramble, Boumsong e Luque che sono entrati in questa lista è una testimonianza dell’abilità di gestione di Souness e spiega anche perché gli rimangano così pochi capelli!

Massimo Taibi
19 di 20

Massimo Taibi è considerato uno dei peggiori (e pochi a dire il vero) errori manageriali di Alex Ferguson. Ha firmato per il Manchester United dal Venezia nel 1999 per 4,5 milioni di sterline. Ha giocato in sole quattro partite che includevano una papera su un cross che permise al Liverpool di segnare con Sami Hyppia, lasciare che un innocuo tiro di Matt LeTissier passasse tra le sue braccia e subendo cinque gol contro il Chelsea. Non sorprende che sia stato rimandato in Italia in prestito e non sia mai più tornato.

Ali Dia
20 di 20

Su di lui abbiamo addirittura scritto un articolo intero. Dovreste leggerlo.

Ali Dia: il calciatore che giocò in Premier grazie ad una bugia

 
 

Tempo di Lettura: 18 minuti

 

Ultime dalla Piazzetta

Minuto di silenzio per Maradona: “Non lo si tiene per le vittime, meno per uno stupratore”

Un giocatore su 3 ammette che perdere a FIFA gli rovina la giornata

La World Rugby rivede le linee guida sui Transgender: “la sicurezza e l’equità non possono attualmente essere garantite per le donne”

I numeri di Pjanic della scorsa partita di Champions

LND: concessione streaming sui social delle squadre per campionati Femminili e Regionali

Pallavolo: stilato il protocollo per il ritorno della Serie A

Loading...