serie-c
 

Tempo di Lettura: 3 minuti

Il Covid-19 sta creando caos nel mondo del pallone a tutti i livelli, la questione stipendi in Serie A, ma anche Serie B e club della LND hanno i loro problemi.

Sulla Serie C ne abbiamo parlato nei giorni scorsi (Leggi l’articolo), primo campionato a fermarsi e ad anticipare anche le decisioni governative e del rischio che ci possa essere qualche dirigenza che si senta più furbe di altre.

Proprio di “furbizia” ci parla Nicolò Schira su TuttoC.com, e di un club appartenente alla Lega Pro che continui a far allenare i giocatori in gruppi di poche persone. Non dà la notizia come per certa, ma fa intendere che più indizi fanno una prova. Queste le parole comparse sul portale dedicato alla Serie C:

Purtroppo non è un pesce d’aprile, è bene precisarlo. Sempre più persone del mondo della terza serie ci hanno segnalato nell’ultima settimana un episodio che – qualora fosse accertato – sarebbe gravissimo. Un club di Lega Pro starebbe facendo allenare i propri calciatori in borghese, lontano da occhi indiscreti a gruppi di 2-3 alla volta. Una procedura vietata dal Governo come ribadito in serata dal premier Giuseppe Conte. L’AIC e la Lega Pro avevano trovato l’intesa per fermare ogni attività di campo fino al 3 aprile (sarà estesa al 13 aprile secondo DGPM). Speriamo che chi di dovere vigili e ponga, eventualmente, fine a questa pratica pericolosissima per la salute di tanti ragazzi. C’è poco da scherzare. Il pallone deve andare in secondo piano per qualche settimana. Bisogna stare in casa, sarà il caso che qualche presidente troppo ambizioso ed esigente se lo metta bene in testa. Prima che sia troppo tardi…

 
 

Tempo di Lettura: 3 minuti

 

Leggi Anche

Il motivo per cui il Futsal è ottimo per allenare i giovani

Il canale YouTube della UEFA sul calcio femminile

Cos’è una “rabona” e perché si chiama così?

Perché le tifoserie di Napoli e Genoa sono gemellate?

Di padre in figlio: le dinastie del calcio

Chi sono i migliori giocatori di sempre ai Mondiali?

Loading...